17 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Ippodromo del Galoppo di San Siro: tre sfide stellari, prima corsa ore 14.50, ingresso gratuito

Domenica 16 – Giornata da non perdere a San Siro galoppo.

Gli appassionati troveranno un programma tecnico d’alta qualità.
Le famiglie potranno contare sui pony per tutti i bambini. Tre listed, le prove internazionali destinate alla selezione, compongono il programma tecnico. Una sfida stellare per i velocisti (Cancelli, sesta corsa ore 17.30), subito seguita dal Piazzale – Memorial Enrico Camici, 1600 metri per tre anni e oltre, mentre la terza listed, il Coolmore per le femmine di due anni, è rivolta al futuro.

Il Piazzale ripropone Amante Latino, il campione un po’ mancato di primavera. Il rendimento del tre anni allenato da Vittorio Caruso è stato decrescente, anche se la debacle nel Turati, quella che doveva essere la corsa della verità, è spiegabile con il terreno pesante.
Ma quello di domenica ha comunque l’aria di essere l’ultimo esame per restare nella classe dei migliori. Trattandosi comunque di un rientro da lunga pausa ad Amante Latino potrebbe bastare anche un buon piazzamento.

Il primo esaminatore non è un campione ma di certo un cavallo con i fiocchi, Miles Gloriosus. Il portacolori della Razza dell’Olmo ci ha provato in luglio all’estero, nel Messidor di Maisons Laffitte, ma non è andato oltre il quinto.
In Italia invece fa paura a tanti, inoltre è già rientrato, rodando la condizione con un terzo e poi andando a vincere facile in buona condizionata, nonostante il peso proibitivo. Dietro di lui Joaquin, pupillo di Luciano D’Auria, uno che i cavalli li sa risparmiare (virtù rara) e schierare al momento giusto (virtù utile).
Joaquin quest’anno ha perso solo nel Giubileo (sesto) e nel recente rientro, dove è stato secondo di Re Barolo. Re Barolo è anch’esso della partita, ma con solo un chilo e mezzo di vantaggio su Joaquin rispetto ai tre dello scorso incontro, sebbene quel che dovrebbe fare la differenza è il divario di qualità assoluta tra i due; sempre che quest’ultimo non si sia ulteriormente colmato sotto il sole dell’estate.

Edizione discretamente affollata del Coolmore, come si conviene a una listed posta a test di rientro per le femmine più giovani, tra le quali manca una gerarchia precisa. Tecnicamente la cavalla che fino ad oggi ha meglio impressionato è Mia Diletta.
La figlia di Selkirk (il padre dell’indimenticato Artieri) ha vinto in ottimo stile il Mantovani e se si ripresenterà determinata come allora, eravamo all’8 luglio, non avrà rivali. E in questo senso il training di Bruno Grizzetti depone a favore.
Legittimo però temere il possibile calo di mentalità agonistica dopo due mesi di stop. In questo caso ci sono due alternative.
La prima è Dolce Nera, allenata da Vittorio Caruso e affidata a Ivan Rossi. Era naufragata proprio nel Mantovani e ancor prima nel Crespi: ma Caruso, che pure non è uomo da facili entusiasmi, ha continuato a crederci e settimana scorsa la figlia di Dansili ha messo a segno un secondo che conta nel Tattersalls ex Delleana, vinto bene da L’Indiscreta.

L’altra opzione è Magic Forest, che ha stravinto il Criterium Femminile di Merano, disputato a ferragosto, mettendosi dietro molte delle avversarie che ritroverà a San Siro, a partire da Isadora Princess.
Questo varrebbe ad anteporla almeno a Dolce Nera, ma i responsi in piano della pista di altoatesina sono sempre da prendere con le molle.

Sfida ai vertici tra velocisti puri nel Cancelli. A parte Per Incanto, che non è della partita perché ormai trasferito in Inghilterra, sui mille metri di San Siro si scontrano i nostri due migliori giovani specialisti, forse ormai migliori anche in assoluto: la femmina Sakhee’s Song e Titus Shadow, ambedue allenati da Bruno Grizzetti. I due non si sono mai incontrati, ma domenica potrebbe spuntarla il pur meno titolato Titus Shadow, già rientrato come il rivale di scuderia, ma che a differnza dell’avversario non deve affrontare percorso inferiore di 200 metri.
In ogni caso questa del Cancelli è una di quelle sfide in famiglia da far rizzare i capelli. Ma c’è il terzo incomodo, il tedesco giramondo di Mario Hofer, affidato a Endo Botti.

Da tempo è assiduo delle massime compagnie d’Europa, dove però è quasi sempre comprimario. Porta un chilo e mezzo in più di Titus, che in ogni caso se dovesse batterlo si confermerebbe velocista con i fiocchi. A conclusione del pomeriggio c’è il Premio Omnibus, un handicap sui 1800 in pista grande. La corsa è riuscita particolarmente bene ed è stata scelta come Corsa Tris Nazionale. Un motivo in più per non mancare.
 

Alessandro ferrario

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti