29 Gennaio 2023

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

L’Olanda vince la coppa delle nazioni. L’Italia è ottava

L’Olanda riconquista Roma sette anni dopo la sua prima, e fino a ieri, unica vittoria nella Coppa delle Nazioni a Piazza di Siena.
Il team olandese è stato artefice di una rimonta importante, passando dal quinto posto della prima manche alla vetta della classifica finale e, con un totale di 10 penalità (9/1), ha centrato la vittoria nella seconda tappa della FEI Nations CupTM.

La squadra olandese era composta da Harry Smolders su Regina Z (8/0), Gercho Schroder su Eurocommerce New Orleans (1/1), Eric van der Vleuten su VDL Groep Utascha SFN (8/0) e Jeroen Dubbeldam su BMC Van Grusven Simon (0/np), quest’ultimi due cavalieri già membri del
team vincitore nel 2004.

Alle spalle dell’Olanda si è piazzato il Belgio, secondo con 14 penalità complessive. L’Irlanda, vincitrice della prima tappa a La Baule, ha concluso al terzo posto con 21 penalità. L’Italia si è piazzata all’ottavo posto con uno score di 52 penalità (queste nel dettaglio le prove degli azzurri: Roberto Arioldi su Loro Piana Utile ? 9/5, Lucia Vizzini su Loro Piana Quinta Roo ? 12/21, Natale Chiaudani su SNAI Corradio OH ? 9/8 e Aviere Capo Emilio Bicocchi su Kapitol d’Argonne ? 0/np).

Le altre posizioni della Coppa delle Nazioni hanno visto al quarto posto ex aequo con 23 penalità, Francia, Germania e Gran Bretagna. Settimi gli Stati Uniti e, fanalino di coda come a La Baule, la Danimarca (55 penalità). Due soltanto sono stati i doppi percorsi netti: quello del campione del
mondo Philippe Le Jeune con Vigo d’Arsouille STX e dell’Irlandese Billy Twomey con Tinka’s Serenade. Dopo Roma, la classifica della FEI Nations CupTM è condotta dall’Irlanda con 16 punti, davanti a Belgio (14) e Olanda (13.5).

FEI NATIONS CUPTM: L’IRLANDA SI CONFERMA IN TESTA IL RANKING Prima a La Baule, terza oggi a Roma, l’Irlanda consolida la sua posizione in testa alla FEI Nations CupTM. Per gli irlandesi lo score dopo due tappe parla di 16 punti che gli permetto nodi condurre davanti al Belgio con 14, secondo in entrambe le prove e all’Olanda che grazie ai dieci punti guadagnati a Piazza di Siena,sale al terzo posto con 13.5.


Questa, al momento, la classifica della FEI Nations CupTM
1 – Irlanda 16
2 – Belgio 14
3 – Olanda 13.5
4 – Germania 10
5 – Gran Bretagna 9
6 – Francia 6
7 – USA 5.5
8 – Danimarca 2

 

I FLYING DUTCHMAN ATTERRANO A ROMA
Festa grande in casa dell’Olanda per la vittoria nella Coppa delle Nazioni a Piazza di Siena, sette anni dopo la prima affermazione nel concorso della romano con una squadra della quale facevano parte, come oggi, Jeroen Dubbeldam e Eric Van Der Vleuten.


Queste le loro parole subito dopo la premiazione.
Jeroen Dubbeldam: “La grande differenza rispetto alla vittoria del 2004 sta nei cavalli, perché vincere è sempre fantastico e poi sette anni fa qui a Piazza di Siena si gareggiava sull’erba. Nella prima manche abbiamo pagato dei piccoli errori e il risultato è stato peggiore di come in realtà avevamo saltato.

Nel secondo giro abbiamo evitato di ripetere gli stessi errori e siamo stati premiati. Un pronostico per il Gran Premio? E’molto aperto perché ci sono i migliori binomi e trenta di questi sono in grado di giocarsi la vittoria”.
Eric Van Der Vleuten: “Il percorso era molto difficile, non particolarmente alto ma molto tecnico. Ogni anno comunque aumentano le difficoltà. Roma è uno dei concorsi più belli, il campo in erba era bellissimo ma questo terreno salvaguarda i cavalli garantendo allo stesso tempo ottime condizioni tecniche per il salto.”


Harry Smolders, il più giovane del gruppo con i suoi 30 anni compiuti il 10 maggio, ha parlato dell’ottimo feeling che sta instaurando con la sua cavalla: “Monto Regina Z soltanto da gennaio 2010 e con lei finora avevo disputato la finale della World Cup a Lipsia, ma considerando che questa è la sua prima Coppa direi che ha dimostrato di avere qualità.

Ha undici anni ma ha l’esperienza di un cavallo di nove.”
Il capo equipe Rob Ehrens è soddisfatto dell’avvio di stagione: “Il 2010 è stato un anno difficile per noi, ma siamo ottimisti perchè bisogna esserlo.
L’avvio di questa stagione sembra decisamente migliore, abbiamo un buon parco cavalli e un buon management. Dopo questa vittoria l’avvicinamento al campionato Europeo di Madrid, dove ci giochiamo la qualificazione alle Olimpiadi, sembra andare per il verso giusto. Siamo fiduciosi, anche se lo scorso anno ai World Equestrian Games siamo partiti bene, ma poi è finita male. Per questo, abbiamo deciso di iniziare la Top League con tre squadre forti nei primi tre appuntamenti, poi da San Gallo inseriremo nuovi cavalieri.”

 

I COMMENTI DEGLI AZZURRI DOPO LA COPPA DELLE NAZIONI
Al termine della Coppa delle Nazioni, gli azzurri e lo staff tecnico hanno incontrato la stampa. Queste le dichiarazioni
rilasciate dagli azzurri.


Markus Fuchs: “Siamo dispiaciuti per questo risultato però sappiamo che almeno tre dei cavalli impegnati nella Coppa non avevano mai saltato un percorso così difficile.
Poi dopo gli errori di Lucia Vizzini il recupero è diventato molto difficile. Se Emilio Bicocchi avesse fatto un altro netto avrebbe forse potuto cambiare la nostra classifica di una posizione ma la penuria di buoni cavalli che abbiamo in questo momento ci ha convinti a non fargli fare il secondo giro sarebbe stato uno sforzo inutile”.

Duccio Bartalucci: ”Siamo in una fase di rodaggio inutile negarlo.
Dopo i mondiali stiamo ancora cercando di recuperare i cavalli infortunati e di assemblare dei binomi affidabili per gare così difficili.
A questo livello solo Bicocchi e Kapitol sono già pronti ed esperti come dimostra il percorso netto fatto oggi. Ha saltato bene il cavallo di Arioldi,
mi ha sorpreso l’errore alla riviera del cavallo di Chiaudani e peccato per Lucia (Vizzini, ndr) che forse ha sofferto una giornata particolare, compresa l’emozione di saltare la Coppa a Roma la sua città.

Però è un binomio interessante. Ci sarà da lavorare duro in vista degli europei di settembre questo è chiaro, e Bicocchi e Kapitol sono il binomio intorno al quale aggregare la squadra.”


Roberto Arioldi: “Devo dire che mi aspettavo qualcosa di meglio soprattutto da me. Il cavallo ha saltato bene ma per esempio alla riviera ed alla triplice sono stato io che non gli ho dato la giusta spinta con le gambe. Quindi del cavallo sono comunque soddisfatto.”


Lucia Vizzini: ”Inutile girarci intorno sono io che non ho montato bene, niente scuse, giustificazioni, la giornata storta, l’emozione, la Coppa a Roma. Ho sbagliato io, perché non sono ancora all’altezza di questi percorsi. D’altronde per esserlo dovrei farne di più ma ho una sola cavalla adatta a questo livello e non posso sfruttarla più di tanto. Mi è mancata l’esperienza.“


Emilio Bicocchi: ”Fosse una gara individuale sarei anche contento, ma il morale della squadra è una cosa troppo importante in Coppa.
Ed allora io penso che in questo momento non dobbiamo dare addosso a Lucia e starle vicino, anche perché secondo me lei è troppo severa con sé stessa.

Se è qui con noi vuol dire che per tutto l’anno è stata brava che si è meritata di saltare la coppa a Roma, quindi dobbiamo tutti sostenerla in questo momento. E poi, come ha detto Duccio Bartalucci, per fortuna nello sport c’è sempre il giorno dopo”.

Ufficio Stampa Piazza di Siena


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti