1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
21 Giugno 2024

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Princess Grif vince il G.P. d’Europa 2013 – Trofeo La Stampa

Princess d’Europa

Con il pubblico degno delle grandi occasioni all’ippodromo di Vinovo è andato in scena il  Gran Premio d’Europa 2013 – Trofeo La Stampa. La prima volta lontano da Milano, e la prima volta a Torino. Splendidi cavalli indigeni nati nel 2009, protagonisti di una generazione a freccia in su come da un po’ non si vedeva nei nostri ippodromi.

 

Alla fine ha vinto l’inattesa Princess Grif, unica femmina in pista e reginetta di questo G.P. d’Europa a media tutt’altro che squillante, 1.14.3, al culmine di uno svolgimento comunque appassionante nel quale destini e storie si sono intrecciati.

 

L’ennesimo capitolo della saga Pascià Lest – Probo Op non era l’unico motivo di interesse alla vigilia; c’era da tastare la consistenza del ritrovato Pitagora Bi, da valutare il ruolo potenzialmente dirompente di Painting Wise, mentre le attese per Princess erano legate alle buone imprese francesi, sotto il training del mago Fabrice Suloy, dopo un passato nemmeno troppo lontano agli ordini di Marco Smorgon.

 

 

Partenza a mille di Pitagora che in un amen si è ritrovato al comando, Princess ha tenuto botta ricavandosi la seconda posizione in corda, sull’accondiscendenza di Pick Kronos. E gli altri? Pascià dall’alto di uno scomodo numero sette si è ritrovato a metà del gruppo, Bellei ha atteso lungamente l’avanzata di Probo Op, rimasto ancora più indietro. Ma la puntata del cavallo di Moni ha tardato a prender corpo, mentre Pippo Gubellini al comando ha messo  in campo parziali da categoria ben minori; primi quattrocento in 31 tondi, seconda frazione addirittura in 32.2.

 

Solo quando Probo, in concomitanza con il primo chilometro, è salito ai fianchi di Pitagora la corsa è entrata nel vivo, anche perché in schiena a Moni proprio Pascià ha lasciato intendere faville avendo la miglior posizione. Di fronte alle tribune il ritmo si è fatto intenso, Pitagora ha tenuto botta con un 28.3 per arrivare alla curva di fondo, poi la retta d’arrivo e tutto quello che non ti aspetti.

 

Il calo repentino di Probo ha lasciato destra libera a Princess Grif che si è gettata su Painting, finendo per stamparlo in prossimità del palo, mentre più in la’ un abulico Pascià non forniva lo sprint atteso, finendo terzo grazie alla rottura della sua bestia nera, Painting Wise, capace di sopravanzarlo nonostante un percorso enormemente più dispendioso. A seguire Pick Kronos e Perkins Grif.

 

Gran sorrisi in premiazione, a partire da Roberto Andreghetti, capace di inserire per la prima volta l’Europa in un palmares sterminato, proseguendo con Suloy giunto dalla Francia e con l’Ingegner Biasuzzi, proprietario di Princess e interprete di Painting, per un’inezia vicino alla doppietta sul podio. C’era anche Roberto Brischetto, patron del Grifone e felicissimo per il primo successo di vertice della sua creatura in Italia.

 

Appuntamento a Mercoledì 3 Giugno.

 

 

 

Prussia e Pippo
Per l’Europa Filly

 

Se il Gran Premio d’Europa ha preso corpo su un tema strettamente tattico, dal punto di vista cronometrico il Filly ha regalato faville, confermando la crescita esponenziale di Prussia, attesa dopo le ultime eclatanti prove fornite in Scandinavia. Appoggiata in modo massiccio al gioco la pupilla di Pippo Gubellini ha dominato quello che, a conti fatti, è stato il primo confronto di vertice tra femmine del 2013, una distorsione immane regalata dalle stranezze di un calendario sempre più malandato.

 

Malinconiche considerazioni a parte, resterà a lungo nella mente dei trottofili il numero proposto dalla figlia di Ken Warkentin, sistemata in seconda fila allo stacco, ma centrata quanto basta per evitare la miriade di rotture in avvio, portandosi al passaggio nei dintorni  della rivale dichiarata Per Amore Gual,che nel frattempo si era assicurata il comando. In molti hanno sospirato quando ad un chilometro dalla fine hanno capito di pregustarsi il match atteso alla vigilia e, ben volentieri, Prussia ha regalato spettacolo in un giro finale arrembante, in attacco serrato ai danni di Per Amore Gual.

 

Prima un 28.5, poi un 28.4 a chiudere e a metà retta la femmina del Cupolone ha alzato bandiera bianca, adeguandosi ad un secondo posto comunque apprezzabile, ottenuto al cospetto di una gran campionessa, vincitrice a media di 1.12.3, con chilometro finale percorso in fuori in 1.11.8.

 

Chissà che cosa avrebbe combinato nella prova clou questa Prussia, dirottata sul Filly da Pippo Gubellini che nell’open ha puntato, a ragione, su Pitagora Bi, sfiorando il clamoroso replay del doppio che gli riuscì l’anno scorso con Owen Cr e Oklahoma Ans.

 

Prossime pagine tutte da scrivere, nella serata che doveva scandire l’ennesima tappa della rivalità tra Pascià e Probo, ecco un altro binomio da seguire nei mesi a venire: Prussia – Princess Grif, all’insegna del gran trotto in rosa.

 

Ufficio Stampa Ippodromo Vinovo


Il Network del Portale

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Segui il Portale sui nostri social

Segui anche su

Altri argomenti