11 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Contraffazione della carne bovina: bene operazione dei NAS, male il regolamento EU di abrogazione dell’etichettatura facoltativa e tracciabilità elettronica.

Siamo pienamente d’accordo con le parole dei Ministri Lorenzin e Martina in merito “all’importante azione di contrasto portata avanti oggi dai carabinieri del comando per la tutela della salute che ha messo fine ad un inquietante sistema di contraffazione della carne" – ha detto Fabiano Barbisan, Presidente del Consorzio L’Italia Zootecnica e Unicarve.

 

L’operazione condotta dal NAS di Perugia, relativa all'illecita commercializzazione di bovini con marchi auricolari contraffatti e dichiarati falsamente di razza pregiata, è la dimostrazione che in Italia i controlli funzionano ed i consumatori possono stare tranquilli.

 

Preoccupa di più il Regolamento in itinere confezionato dalla Commissione ed approvato recentemente dal Parlamento Europeo, che regolamenta la tracciabilità elettronica dei bovini, nata obsoleta, costosa ed inutile ai fini della sicurezza sanitaria ed alimentare, usata, tra l’altro, come grimaldello per introdurre, con una riga, l’abrogazione dell’etichettatura facoltativa delle carni bovine, per fare un favore all’industria dell’anonimato.

 

C’è da rimanere basiti di come si comporta l’Unione Europea in materia di tracciabilità dei prodotti, con la scusa della “libertà di mercato” e non solo, ma anche dell’incompetenza nell’introdurre norme costose ed inutili, come ad esempio l’utilizzo del microchip per l’identificazione dei bovini, senza prevedere il prelievo contestuale del DNA, già da anni sperimentato in Italia.

 

Spero che il Ministro Lorenzin ed il Ministro Martina riescano ancora a fare qualcosa per modificare questo scempio di Regolamento ed ascoltino noi allevatori piuttosto che affidarsi ai “Gruppi di Alto Livello” dell’Unione Europea, che le cose le studiano a tavolino, perché, tanto, una volta scritte, non saranno certo loro a doverle mettere in pratica.

 

Ai pochi detrattori dell’etichettatura facoltativa e della nostra proposta di tracciabilità elettronica, che ancora oggi ci sono, purtroppo, nel nostro Paese – conclude Barbisan – chiedo se si rendono conto di cosa costano all’economia zootecnica italiana, azioni delittuose come quelle scoperte dal NAS di Perugia.

 

 

Probabilmente da loro fastidio che i disciplinari di etichettatura facoltativa delle carni bovine siano controllati in tutte le fasi della filiera, dal mangimificio, sino al punto vendita, dalle organizzazioni degli allevatori che di notizie, come quelle riportate dalla stampa, oggi, vorrebbero non leggerle mai.
 


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti