28 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Circuito MIPAAF: conferme e novità ad Augusta (Siracusa) nella prima tappa del 2018

Le competizioni di salto ostacoli si sono tenute presso le strutture dell’Adim da venerdì 23 a domenica 25 marzo 2018

Momenti di conferme e passaggi di categoria in occasione della prima tappa del circuito Mipaaf del 2018 che si è svolta all’Adim di Augusta durante lo scorso fine settimana. E’ stato un week-end utile a cavalieri, tecnici, proprietari e allevatori per verificare lo stato di forma dei propri cavalli all’avvio della stagione allevatoriale. La pioggia abbattutasi, per fortuna solo nella giornata di domenica, non ha per nulla impensierito né i partecipanti, né il comitato organizzatore, che con solo qualche minuto di sospensione è riuscito a portare a termine senza problemi la manifestazione.
 
Passaggi di categorie, tante le conferme e altrettante le novità. Nell’ultima giornata di gara, quella di domenica 25 marzo, è andato a Divo della Caccia (All. Coop Soc. Agr. La Caccia; Prop. Giammarco Acreman) ormai da tempo nelle scuderie di Fabio D’Aquila il Gran Premio più atteso della tappa allevatoriale, quello riservato ai sette anni. Nella categoria mista D’Aquila ha messo in fila due percorsi netti e chiuso il barrage con il più veloce tempo di 31”44. Le successive due posizioni di classifica sono entrambe targate Carrabotta. La piazza d’onore è andata, infatti, a Faluky (All. Paolo Scribano, Prop. Cirino Carrabotta) montato da Giuseppe Carrabotta con un doppio netto e il tempo di 31”71, il terzo posto a Frufru di Nixima (All e prop. Caterina Grimaldi di Nixima) agli ordini di Gabriele Carrabotta, che ha tagliato il traguardo in 34”40.
 
A dividere la vittoria della gara più importante riservata ai cavalli di sei anni, la elite di precisione a barrage, sono stati in tre: Greta di Sabuci (All e Prop. Raffaele Aprile) montato da Giovanni Fisichella, Luchy Bell della Verdina (All. Votarelle Srl, Prop. Ernesto Vacirca) agli ordini di Ernesto Vacirca e Giò Breaker montato da Marcello Ortisi, allevato e di proprietà dello stesso cavaliere. Sono stati loro, infatti, gli unici a riuscire a mettere a segno il necessario doppio netto che gli ha consentito di scalare la classifica.
 
Gara combattutissima quella che ha visto protagonisti i nuovi 5 anni. Conferme e novità come si diceva poc’anzi. Il primo posto ex aequo con lo stesso punteggio nella categoria elite a giudizio è andato a Lusinga (All e Prop. Antonio Caruso) agli ordini di Mariovalerio Pulvirenti e Hangover (all e Prop. Giuseppe Reina montato da Cirino Carrabotta (109,75). Il terzo posto è di Corratina (All. e prop. Sebastiano Lombardo) montato da Salvatore Caccamo (108,75).
 
Grandi novità, naturalmente, nella prova a giudizio Elite dei 4 anni, dove spicca fra tutti Lord di Sabuci (All. e Prop. Raffaele Aprile) che montato da Dario Agosta conquista la vittoria con 94,00 punti. Alle sue spalle seguono a ruota Siria Lady, seconda, con Salvatore Costantino (91,00) allevatore e proprietario dello stesso cavallo e Kingdarc (All e prop. Claudio Amodio) montato da Claudio Amodio (90,00).
 
La categoria dei 7 anni della giornata di sabato ha visto trionfare Frivolas. Il cavallo allevato e di proprietà da Giovanni Fisichella, si è confermato vincendo la prova dei 7 elite a fasi consecutive sempre agli ordini di Fisichella. Netto, per loro, 29”70. Piazza d’onore anche nella giornata di sabato per Faluky (All. Paolo Scribano, Prop. Cirino Carrabotta) montato da Giuseppe Carrabotta (0/0; 32”34), mentre terzo posto per Divo della Caccia (All. Coop Soc. Agr. La Caccia; Prop. Giammarco Acreman) sempre agli ordini di Fabio D’Aquila (0/0; 34”04).
 
Gran pienone di primi ex aequo nella categoria Elite di precisione riservata ai cavalli di 6 anni. In nove sono riusciti a chiudere senza errori e dividere la prima posizione. Si tratta di Amir (All e Prop. Raffaele Riccardo Aiello) montato da Salvatore Caccamo; Greta di Sabuci (All e Prop. Raffaele Aprile) montato da Giovanni Fisichella, Luchy Bell della Verdina (All. Votarelle Srl, Prop. Ernesto Vacirca) agli ordini di Ernesto Vacirca; Hermosa del Colle S. Martino (All. Bruno De Franco; Prop. Carmelo Sambataro) montato da Umberto Sambataro, Giò Breaker montato da Marcello Ortisi e allevato e di proprietà dello stesso cavaliere, Gengis Khan di Sabuci (All e Prop. Raffaele Aprile) montato da Giovanni Fisichella, Mylord Carthender dei Folletti (all e Prop. Soc. Coop. Sociale dei Folletti) agli ordini di Ernesto Varcirca, Giulia di San Calogero (All. e Prop. Pier Francesco Matarazzo) montato da Gabriele Carrabotta e Aldine Gold Altes (All e Prop. Antonio Funaro) montato da Dario Fazio.
 
Anche nella giornata di sabato gara combattutissima quella riservata ai cavalli di cinque anni per il circuito elite a giudizio, tanto che le prime tre posizioni di classifica ruotano nell’arco di meno di un punto. A ottenere la vittoria è stato Iacopo di San Calogero (All. e Prop. Pier Francesco Matarazzo) montato da Alessandro La Spina che ha ottenuto 110,25 punti. A un soffio seconda posizione per Lusinga (All e Prop. Antonio Caruso) agli ordini di Mariovalerio Pulvirenti, che ha concluso la sua gara con 110,00. Terzo posto per Hangover (all e Prop. Giuseppe Reina) montato da Cirino Carrabotta (109,50).
 
Miglior quattro anni della Elite a giudizio nella giornata di sabato è Siria Lady, montato, allevato e di proprietà di Salvatore Costantino (97,50). Seguono al secondo e terzo posto rispettivamente Lord di Sabuci (All. e Prop. Raffaele Aprile) agli ordini di Dario Agosta (93,50) e Ricardos (All. e Prop. Clemente Scandale De Nobili) montato da Serena Scandale De Nobili (92,00)

ALTRE GARE – Era tanto che in Sicilia non si saltava una C145. E’ successo domenica ad Augusta. Quello che ha fatto davvero piacere è stato certamente vedere ben 28 binomi alla partenza. Ad avere la meglio nel Gran Premio a due manches è stato il giovane catanese Ernesto Vacirca, sull’altrettanto giovane (7 anni) sauro Filou vd Kruishoeve Z (Prop. Antonello Rasca). Nessun doppio zero nella categoria disegnata dal direttore di campo Gabriele Vulcanico. Vacirca ha chiuso la sua gara con una sola penalità nel primo giro e il tempo di 44”01. Con un errore nel primo percorso e il tempo di 39”86 la piazza d’onore è andata a Marcello Ortisi e Castigo Om (Prop. Riccardo Ortisi). Terzo posto per Giuseppe Militello e Cherubijn vd Platan (4/0; 42”05; Prop. Sandra Leonardi).
 
Porta, invece, la firma di Giuseppe Carrabotta e di Afrodit (Prop. Filadelfio Calandra) la C135 mista speciale di sabato. La gara è andata al cavaliere catanese con un doppio netto e il miglior tempo di 35”10. Anche in questa occasione seconda posizione per Marcello Ortisi, questa volta in versione, Cartaghena della Caccia (0/0; 37”81; Prop. Soc. Coop Soc. La Caccia Onlus). Terzo posto per Luciana Moschitta e Vladimir (0/0; 40”06; Prop. Marengo Sport Horses Srl).
 
Sempre nella giornata di sabato da segnalare la vittoria di Renato Agosta ed Erinus (Prop. Benedetto Lo Sciuto) nel Piccolo Gran Premio, C130 mista. Doppio netto per loro e tempo di 43”92. In realtà solo tre dei 46 binomi alla partenza sono riusciti a uscire dal campo senza errori. Al secondo posto troviamo Nicola Romano su E’Kash By Cartoflex (0/0; 49”16; Prop. Lucia Frittitta), mentre al terzo Carola Cappadonna su Mr Dino (0/0; 51”14; Prop.Df Produzioni Sas Di Capponi Diego & C).
 
Lotta all’ultimo secondo, anzi all’ultimo centesimo di secondo, nella C140 a fasi consecutive del sabato vinta ancora dal binomio Vacirca-Filou senza errori agli ostacoli e con il tempo di 33”71. E’ di meno di un secondo, infatti, il distacco con la piazza d’onore della gara occupata da Giuseppe Carrabotta e Corin Quinn (0/0; 34”18; Prop. New Eagles Asd). Il terzo posto è di Lorenzo Sciacca e Chevalle (Prop. Miklos Csillaghy). Anche per il cavaliere catanese, che proprio in questi giorni ha compiuto 18 anni, doppio netto e tempo di 34”86.
 
Si chiude così l’appuntamento con la prima tappa del circuito Mipaaf. L’equitazione siciliana non si ferma e già questo fine settimana farà tappa al circolo ippico degli Ulivi con il Progetto Sport Col. Lodovico Nava edizione 2018.
 

FISE Sicilia


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti