15 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

A Verona la FEI World Cup chiude in bellezza una stagione internazionale di grande respiro per l´Italia.

Il 2005 è stato un anno decisamente da Guinness per gli sport equestri in Italia: il nostro Paese, sotto l’egida della FISE, ha ospitato ben sette campionati continentali di diverse discipline.
Lo è stato in particolare per il salto ostacoli che ha visto assegnare, a fine luglio, con grande successo titolo e medaglie dell’europeo seniores sui terreni di San Patrignano.
La FEI  World Cup di Verona, che costituisce uno dei momenti più attesi della 107° Fieracavalli, sembra fatta apposta per qualificarsi come  la più appropriata conclusione di una stagione così speciale. 
Il campo dei partenti verrà ufficializzato solo il 18 ottobre prossimo con  la chiusura definitiva delle iscrizioni ma già le prime conferme sono sufficienti per garantire alle gare la presenza di una vera e propria parata di stelle.
Tra queste la prima  segnalazione d’obbligo è per il fuoriclasse brasiliano Rodrigo Pessoa. Il campione  del mondo di Roma ‘98, oro olimpico ad Atene 2004, il cavaliere che detiene il record di vittorie nella finale del circuito indoor e che nella città scaligera è andato a segno nel 2002, è stato il primo a contattare il Comitato Organizzatore.
A Verona sarà leader  di un drappello di “colleghi “ decisamente d’eccezione che già assicura la compagnia dello svizzero Markus Fuchs, del belga Ludo Philippaerts e dello svedese Rolf-Goran Bengtsson.
E’ la quinta volta che i grandi nomi dell’equitazione mondiale si riuniscono nel capoluogo scaligero per raccogliere punti preziosi per poter accedere alla finale.
La FEI World CUP festeggia nel 2005 il suo ventottesimo compleanno e lo fa con una novità assoluta. La finale infatti verrà disputata su un palcoscenico del tutto nuovo. L’evento clou della stagione indoor andrà in scena per la prima volta in Asia, dal 26 al 30 di  aprile a Kuala Lumpur  (Malesia).
Verona costituisce uno dei quattordici appuntamenti in palinsesto nel girone dell’Europa Occidentale che qualifica solo diciannove cavalieri per la finale.
Oltre che il prestigio dell’appuntamento, il confermato lavoro dell’organizzazione e la valenza delle strutture – molto apprezzate  nelle precedenti edizioni anche dai vertici della FEI – è il ricco montepremi che determina il valore aggiunto della tappa di Verona: 232.000 euro, di cui 128.000 in palio per la sola tappa di qualificazione alla finale, il Gran Premio FEI World Cup. 
Il programma prevede – come di consueto – tre giorni di gare, per un totale di otto categorie. Venerdì il momento tecnicamente più significativo è rappresentato dalla qualificazione al Gran Premio previsto per domenica 6 novembre, giornata di chiusura. I binomi dovranno affrontare un categoria a tempo che decreterà l’ammissione al Gran Premio e l’ordine di partenza di quest’ultimo. Sabato sarà la volta del Piccolo Gran Premio, che preparerà pubblico e cavalieri al gran finale di domenica. Per la prova più attesa solo trentotto cavalieri in campo in un’appassionante categoria mista (barrage).

Le prime conferme per la squadra azzurra

Anche per la definizione della rappresentativa azzurra a Verona si dovrà attendere la chiusura delle iscrizioni prevista per il 18 ottobre. La Federazione ha già comunque definito quasi per intero il gruppo.
Juan Carlos Garcia, numero uno nel ranking FISE, lega alcuni dei suoi più bei ricordi proprio alla World Cup. A Verona nel 2001, 2003 e 2004 il cavaliere nato a Bogotà ha sempre ottenuto piazzamenti di rilievo. Il suo risultato più eclatante è comunque datato primavera del 2004 quando al Forum di Assago, in occasione della finale del circuito, Garcia con l’affiatatissimo Albin III ottenne uno strepitoso sesto posto.
Natale Chiudani sta attraversando un periodo molto positivo come testimoniano, oltre alle significative presenze nel corso della stagione nella prima squadra azzurra all’estero, la recentissima vittoria della Coppa degli Assi di Palermo con Hariane d’Authieux.

Jonella Ligresti per ora è l’unica amazzone italiana ed è a Verona per il terzo anno consecutivo. Per lei la stagione 2005 si sta rivelando piena di soddisfazioni. Ben due volte è stata infatti co-artefice della vittoria azzurra in coppa delle nazioni: a Drammen in Norvegia e a Zagabria sempre con la femmina Imperium. Con lei in Croazia in campo anche un altro “aficionado” di Verona, Bruno Chimirri che, per la quarta volta, sarà impegnato nella Coppa del Mondo scaligera. Chimirri è stato negli ultimi due anni un punto di forza della squadra italiana tanto da essere inserito nel team sia in occasione delle Olimpiadi di Atene che degli Europei di San Patrignano.
A dare man forte ci sarà anche il carabiniere Giuseppe Rolli, il più giovane degli italiani in gara con i suoi ventisette anni. Gianni Govoni e Filippo Moyersoen sono due firme illustri del salto ostacoli italiano. Govoni, oltre a vantare uno dei più qualitativi  palmares – spicca il suo quinto posto negli ultimi Campionati del Mondo – è molto amato dal pubblico per la grinta con cui affronta ogni competizione. Moyersoen, che sta attraversando una fase molto positiva, potrebbe identificarsi come la sorpresa di Verona 2005. Secondo nel Gran Premio Coppa degli Assi, negli ultimi mesi è stato sempre presente tra i primi classificati nei più importanti internazionali d’Italia. Il cavaliere lombardo, vale la pena di ricordarlo, ha fissato al coperto un record: nel 1981, a Washington, ha vinto la categoria di potenza saltando un muro alto 2.28 m in sella ad Adam.

Completa il lotto degli azzurri che sino ad ora sono stati iscritti Roberto Arioldi, un vero e proprio veterano del concorso scaligero e cinque volte campione italiano. Arioldi è unanimemente riconosciuto come il “capitano del Team Italia”.

Fiera Cavalli
Ufficio Stampa

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti