10 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Olimpiadi di Londra 2012

Tanta attesa… speriamo!!!

9 Agosto 2012


Valentina Truppa è quindicesima nell'Olimpo

UL’amazzone azzurra in sella a Eremo del Castegno conclude la sfida olimpica con la percentuale di 78,21 nella kur. Oro stellare alla Dujardin, argento alla Cornelissen, bronzo alla Bechtolsheimer

Potremmo dire che un’amazzone ventiseienne possa essere più che soddisfatta di aver allevato, cresciuto e ottimizzato un cavallo italiano fino al traguardo olimpico. Non è certamente il caso del carabiniere scelto Valentina Truppa, instancabile perfezionista e amazzone in costante autocritica. Non è mai soddisfatta, lei, ma questo è il suo punto di forza, la corda fissa che le ha assicurato, sempre, una costante scalata verso il vertice planetario del dressage.

 

E’ l’istinto che l’ha portata, qualche mese fa, a non adagiarsi sul bronzo della Finale di Coppa del mondo, o sulla vittoria del World Dressage Master di Monaco. Valentina, in sella al suo Eremo del Castegno, ha sempre cercato di fare di più. Ed eccola, nel rettangolo olimpico, ad aggiudicarsi l’accesso nella finale riservata ai migliori 18 binomi di tutto il mondo. Si può volere di più? Assolutamente si! Perchè volere di più, è il presupposto per dare di più.

 

Oggi, Valentina Truppa ha dato di più a tutti, dimostrando che non bisogna cedere al confronto con i mostri sacri del dressage, non bisogna lasciarsi intimorire dagli imprevisti (come la difesa di Eremo, sia durante il Grand Prix Special che nella kur) che compromettono la precisione della prova e danneggiano seriamente il punteggio. E’ entrata per prima (situazione di grande svantaggio) tra i finalisti individuali, impegnati nell’acerrima caccia alla medaglia, e ha inaugurato la kur con la concentrazione di una fuoriclasse di vertice. La nostra azzurra, in sella al maturando Eremo del Castegno, ha lasciato il rettangolo con la percentuale di 78,21, (tecnical score 75,14; artistic score 81,28).

 

Per loro, la 15.ma posizione. Davanti a loro, un futuro ancora ricco di record, perchè lo sguardo di Valentina punta sempre in alto. Per dirlo con le parole della commentatrice Laura Conz: “Questa è Valentina, questo è Eremo, questa è l’Italia”.

E a proposito di record, la medaglia d’oro a titolo individuale, per la disciplina del dressage, segna una percentuale a dir poco stellare: 90, 08 è il punteggio raggiunto dalla britannica Charlotte Dujardin in sella a Valegro. Con lei, sul podio, l’olandese Adelinde Cornelissen, argento su Parzival, con 88,19%, e Laura Bechtolsheimer, che guadagna il bronzo britannico, in sella a Mistral Hojris, con 84,33.

 

www.fise.it

la voce equestre

testo di Daniela Cursi

 

 

6 Agosto 2012

Salto a squadre, oro alla Gran Bretagna

Un oro atteso e voluto da tutti i tifosi che hanno assiepato ogni posto disponibile del Greenwich Park di Londra 2012 per la vittoria della Gran Bretagna nel salto a squadre. La selezione britannica vince il titolo olimpico battendo agli spareggi l'Olanda, argento. Nick Skelton su Big Star, Ben Maher su Tripple X e Peter Charles su Vindicat hanno chiuso tutti i percorsi senza penalità, una per Scott Brash su Hello Sanctos, contro le 3 totali del team olandese. Bronzo storico per l'Arabia Saudita.

www.gazzetta.it

 

 

06 Agosto 2012

Completo: Andrew Nicholson guida l’HSBC Rankings

L’Italia è in classifica con Vittoria Panizzon in ottava posizione

Il neozelandese Andrew Nicholson (NZL), all’indomani dei Giochi Olimpici di Londra, che ha concluso con la medaglia di bronzo a squadre e il quarto posto individuale, conduce l’HSBC Ranking.

Alle spalle del fuoriclasse Nicholson, che compresa Londra, conta ben 6 Olimpiadi, c’è il britannico William Fox-Pitt, seguito dal giovane neozelandese Jonathan Paget. Quarto, lo statunitense Boyd Martin. Alle sue spalle, il tedesco Michael Jung, campione olimpico in carica. Titolo che si va straordinariamente ad aggiungere all’oro individuale mondiale 2010 e all’oro individuale europeo 2011.

Sesto posto per la britannica Mary King, che lascia dietro di sé l’australiano Christopher Burton. In ottava posizione, c’è l’Italia, con l’aviere capo Vittoria Panizzon, protagonista di una straordinaria prova olimpica, conclusa con l’undicesimo posto individuale in sella a Borough Pennyz. Risultato che le permette di scalare la ranking dalla precedente 16.ma posizione.

www.fise.it

la voce equestre



1 Agosto 2012

Cross Country Londra: una favola reale!

La Principessa Zara porta la squadra britannica al secondo posto dietro la Germania. Prima esponente reale a conquistare una medaglia olimpica.

La nipote della Regina Elisabetta, Zara Phillips, figlia della Principessa Anna, è stata davvero fortissima in sella al suo High Kingdom e ha quasi rischiato di conquistare l’oro a squadre nel concorso completo alle Olimpiadi dinnanzi a un pubblico di oltre 50.000 spettatori.??I biglietti per assistere all’evento erano esauriti da mesi e in tribuna d’onore tanti, tantissimi reali tra cui il Principe William con la moglie Kate Middleton e il Principe Harry.??Zara Phillips è la prima esponente reale a conquistare una medaglia olimpica e in questo momento è risalita al decimo posto assoluto nel ranking mondiale.??La squadra britannica si è piazzata al secondo posto (130,20) dietro la Germania (124,70) proprio grazie all’ottima prova della principessa inglese che al termine della sua prova ha commentato: “Tutto è andato bene, forse sarà sembrato anche facile, invece è il risultato di un duro lavoro".??Zara è stata perfetta nel cross country chiudendo in 9’55"11 con un solo errore (tocco di un ostacolo e caduta di una trave) un percorso di 5728 metri con 40 salti disegnato nel parco di Greenwich.??Oggi, giovedi 1 agosto la terza e ultima prova del completo, con il salto a partire dalle 12.30.

Redazione


31 Luglio 2012

Conclusa la 30sima edizione dei Giochi Olimpici per la disciplina del Concorso Completo, Brecciaroli 19° e Panizzon 11°


Cala il sipario sulla disciplina del concorso completo di questa 30sima edizione dei Giochi Olimpici che sono in svolgimento a Londra. L’Italia chiude con le prestazioni a titolo individuale di Brecciaroli al 19° posto  e Panizzon all’11°. L’appuntato scelto Stefano Brecciaroli, in sella ad Apollo VD Wendi Kurthoeve, ha concluso oggi la seconda manche della prova di salto ostacoli con 8 penalità,
di cui 4 per una barriera abbattuta e e 4 sul tempo, che sommate alle 11 penalità del primo giro hanno portato ad un totale di  – 69.10. Grande la rimonta dell’aviere capo Vittoria Panizzon in sella a Borough Pennyz con – 54.50, che dalla 47^ posizione dopo il dressage  è arrivata all’11° posto finale, dopo essere stata  protagonista ieri di uno splendido percorso netto agli ostacoli e sul tempo ed una ottima prova odierna in salto ostacoli che ha aggiunto una sola penalità al suo risultato finale.


fonte: fise-lazio.it

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti