17 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Una buona notizia dall’industria dello sport, pare proprio che stia galoppando, speriamo anche per il comparto equitazione.

Sportsystem: si torna a produrre nei Paesi d´origine
Bene l´export: nel 2014 crescita del 10%.

Il fatturato aggregato delle associate di Assosport cresce dell´1%
per un totale di 4 miliardi 367 milioni di Euro.

 

25 Giugno 2015
 
I numeri del settore sport parlano chiaro: il motore della macchina è ripartito e le aziende sono pronte a conquistare i mercati esteri. Questo il quadro delineato nell’Assemblea annuale di Assosport che si è tenuta oggi a Milano: più di 12.000 gli addetti del settore per un totale di 4 miliardi 367 milioni di euro di fatturato nel 2014, contro i 4 miliardi e 326 milioni di euro del 2013 (+ 1%).
 
“Il 24 giugno – spiega Luca Businaro, Presidente di Assosport – si è tenuto il board di Fesi a Milano (ndr: Businaro è anche Presidente della Federation of the European Sporting Goods Industry): l’intento comune è quello di promuovere il reshoring, ovvero riportare parte delle produzioni nei Paesi d’origine dei brand, dall’Europa all’America fino all’Italia. Non c’è solo una questione economica dietro ma soprattutto una responsabilità sociale d’impresa con l’obiettivo di promuovere il lavoro nel territorio dove le aziende sono nate e cresciute. L’immagine e la credibilità dei nostri marchi dipende anche da questo, ecco perché ho voluto mandare un messaggio alle associate di Assosport. Alcune hanno già seguito la strada della rilocalizzazione, per molte può essere la strategia per creare nuove opportunità: l’idea parte dai grandi brand, seguiamoli. Per aziende dal fatturato milionario è una scelta storica, vuol dire che qualcosa sta cambiando e che c’è un’inversione di marcia da cavalcare”.
 
“Il comparto – commenta Businaro – è in netta ripresa: cresce il fatturato aggregato e il fatturato medio per azienda. L’export è cresciuto del 10,7 % dal 2013 al 2014, registrando un altro + 10,7% nel primo trimestre del 2015 (rispetto lo stesso trimestre del 2014). Ottimi risultati che premiano l’impegno delle imprese in termini di innovazione tecnologica e ricerca: la tendenza del mercato è quella di premiare chi investe in qualità, chi è trasparente sulle materie prime utilizzate e crea un prodotto di valore. Noi italiani siamo fortissimi in questo, dobbiamo puntare nelle nostre potenzialità”.
 
 
Le migliori performance si confermano nei mercati europei: Francia, Germania e Inghilterra sono i primi Paesi di riferimento per l’export. Seguono Stati Uniti, Svizzera, Russia, Giappone, Austria e Spagna. In seconda battuta troviamo la Cina con volumi ridotti rispetto all’anno precedente. Permangono invece i bassi i valori in Brasile dove, nonostante il grande potenziale di mercato, le esportazioni sono rese particolarmente difficoltose da un regime daziale insostenibile per le aziende europee. 
 
 
Altro dato di rilievo: aumenta il numero di aziende che si posiziona su un volume di fatturato superiore ai 10 milioni di euro, mentre diminuisce il numero di piccole imprese.
 
 
 
*I dati sono stati forniti da Cerved Group

 

Ufficio Stampa Assosport –
Ideeeuropee – communication in action


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti