30 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Il fascino del polo: il più aristocratico degli sport

Il polo, forse a ragione, è considerato il più aristocratico degli sport equestri.
Praticato, per lo meno in Europa, da una sparuta elite di appassionati ben rappresentata dal principe Carlo di Inghilterra, è una specialità che comporta, se svolta al meglio, l’impiego di più cavalli e costi molto elevati.
Ogni squadra si compone di quattro giocatori che su di un campo lungo 245 metri e largo 145, si contendono una palla di legno del diametro di otto centimetri e mezzo con lo scopo di segnare un gol agli avversari, sospingendola con una lunga mazza di canna di bambù. Ogni gara dura dai quattro ai sei tempi di sette minuti ciascuno, al termine dei quali, in caso di parità, si continua ad oltranza.

La principale regola del gioco consiste nel rispettare la precedenza che ha il giocatore che si trova sulla traiettoria esatta o in possesso della palla, mentre gli avversari senza mai tagliargli la strada, potranno inseguirlo, affiancarlo, precederlo e persino spintonarlo per mettersi in traiettoria prendendone il posto.
Chi taglia la strada commette fallo e dovrà subire un tiro piazzato la cui distanza può variare secondo la gravità di quanto commesso, mentre, in caso di falli pericolosi vicino alla porta, può essere assegnato dal giudice anche un gol a tavolino.

Casco e ginocchiere, che proteggono dai frequenti scontri, sono obbligatori per i giocatori, mentre il numero sulla maglia indica il ruolo tattico svolto ( il numero 1 è l’attaccante, il 2 il secondo attaccante in appoggio, il 3 il regista ed il 4 il difensore ).

Anche il cavallo deve essere protetto, con spesse fasce di lana, dai colpi andati a vuoto e dalla palla stessa che può schizzare con violenza attraverso il campo. Deve inoltre essere munito di un finimento non elastico posto tra capezzino e sottopancia che gli impedisca di alzare troppo la testa ogni volta che il cavaliere si protende verso la palla per colpirla.

Tra i requisiti richiesti a un cavallo da polo, prevale la bassa statura in quanto facilita al giocatore i colpi a terra con la stecca, deve inoltre possedere grande scatto, agilità e rapidità nei movimenti che gli consentano di eccellere sopratutto nei bruschi cambiamenti di direzione e nelle ripartenze.

Quanto alla resistenza, svolge anch’essa un ruolo importante poichè, dato l’alto costo, viene sovente disattesa e considerata teorica l’ipotesi per cui ogni giocatore dovrebbe disporre di più cavalli ( uno per tempo di gioco ).
I migliori soggetti provengono dall’Argentina dove il polo è uno sport praticato molto più che in Europa; allevati in branco nelle grandi praterie, si dimostrano più combattivi ed abituati ad affrontare i bruschi contatti che si sviluppano durante le mischie e le furiose galoppate delle gare.

Per concludere, se potete permettervi di scendere in campo in questo sport, sarete ben accetti dallo sparuto numero di praticanti, ma se vi capita l’opportunità di assistere ad una partita anche solo come spettatori, non perdete l’occasione: partenze brucianti, giravolte, galoppate mozzafiato, stop improvvisi, spinte, mischie furibonde e contese gladiatorie spalla a spalla vi assicureranno uno spettacolo appassionante, divertente ed inconsueto.

Redazione il Portale del Cavallo

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti