1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
23 Giugno 2024

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Proposta di regolamento dei maneggi horse angels onlus

Con la presente HORSE ANGELS, Associazione Nazionale Volontaria per la Tutela degli Equidi da maltrattamento e da abbandono, riconosciuta ONLUS di diritto per effetto dell’Articolo 10 ottavo comma D.Lgs. 460/97 in quanto iscritta al Registro delle Organizzazioni di volontariato della Provincia di FC, con provvedimento n. 779 del 12.04.2011

PROPONE alla Vostra attenzione la nostra bozza di progetto su un regolamento per i maneggi.

Premessa, i volontari HORSE ANGELS ONLUS, DOPO AVER COMPIUTO UNO STUDIO COMPARATIVO DEI REGOLAMENTI posti in essere DaI PRINCIPALI PAESI EUROPEI PER LA CONDUZIONE DI STABILIMENTI DOVE LAVORANO I CAVALLI, PROPONE A TUTTI GLI INTERESSATI e alle istituzioni competenti UN TAVOLO DI LAVORO CHE PORTI L'ITALIA AD EMANARE UN REGOLAMENTO NAZIONALE UNIVOCO OBBLIGATORIO PER POTER CONDURRE UN MANEGGIO O UN CIRCOLO IPPICO.

QUI DI SEGUITO LA NOSTRA PROPOSTA:

1) L'attività di maneggio è vietata senza una licenza dell'AUSL veterinaria competente per quel territorio.

2) Perché l'AUSL veterinaria conceda una licenza devono essere soddisfatti i requisiti di cui al punto 4-5. Se il proprietario, o il responsabile della struttura, nel corso dei dieci anni precedenti la richiesta di licenza ha subito una condanna per violazione delle leggi sulla protezione degli animali, la licenza non può essere concessa. Se il veterinario distrettuale lo ritiene opportuno, può concedere una licenza per un periodo di tempo limitato, richiedendo determinate condizioni, ad esempio in merito al numero massimo di cavalli da tenere.

3) Il veterinario distrettuale può revocare la licenza nel caso lo stabilimento non soddisfi più tali norme. Tale revoca può avvenire anche se il licenziatario è stato condannato per violazione della normativa a tutela degli animali, non conduce più lo stabilimento in conformità alla licenza, o si comporta in un modo tale da non essere più degno di quella fiducia che è essenziale per l'esecuzione di questo tipo di stabilimento.

4) Il veterinario distrettuale che si occupa di verificare l'idoneità dei maneggi dovrà perfezionare dei corsi di aggiornamento sul benessere dei cavalli al fine di essere preparato al meglio al compito che deve svolgere.

5) Edifici / locali/ recinti
Uno stabilimento di noleggio di cavalli deve essere conforme alle seguenti norme: I locali, compresa l'ubicazione e le attività, devono essere approvati in quanto idonei dalle autorità competenti in materia di benessere degli animali, costruzioni edilizie, stabilimenti aperti al pubblico. Le attestazioni di idoneità di approvazione devono essere allegate alla domanda di licenza e esposte a beneficio dei frequentatori dello stabilimento.

Quando si sceglie la posizione e il tipo di edifici va tenuto conto del fatto che i cavalli devono essere protetti contro il rumore e altri tipi di disturbi / distrazioni, e devono essere edifici sicuri sia per le persone che per i cavalli.

Le stalle devono essere robuste, avere una altezza minima di 250 cm e l'altezza della porta deve essere minimo di 200 cm, (tali norme sono diverse per i piccoli cavalli, pony ad esempio), inoltre deve esserci una uscita di emergenza.

I cavalli tenuti nei recinti devono avere a disposizione uno spazio adeguato. La recinzione deve essere manutentata per garantire la sicurezza dei cavalli e all'interno del recinto deve esserci un ricovero, chiuso su almeno tre lati, coibentato, della misura giusta per il numero di cavalli tenuti nel recinto. I campi/paddock devono essere mantenuti liberi da spazzatura e piante velenose.

La ventilazione deve essere buona e affidabile e garantire aria sufficiente, anche se la ventilazione meccanica dovesse fallire. Ci deve essere abbastanza luce diurna e luce elettrica, ma le lampade devono essere poste in modo tale da non costituire una preoccupazione per i cavalli. Superfici e impianti interni devono essere facili da pulire e disinfettare. Deve essere possibile liberare i cavalli all'esterno in modo rapido in caso di incendio. Ci deve essere l'accesso a sufficiente acqua calda. Se lo stabilimento ospita 6 o più cavalli ci deve essere un luogo separato per pulirli. Se ci sono 6 o più cavalli, ci deve essere una stalla adibita ad infermeria in cui i cavalli malati possano essere isolati. Ci deve essere una parte dell'edificio separata dove i foraggi possano essere stoccati in modo igienico.

Ci deve essere sufficiente spazio all'aperto per i cavalli perché possano sfogarsi fisicamente in libertà per un minimo di un'ora al giorno. Il maneggio che non dispone di recinti per lo sgambamento non deve avere la licenza. Le recinzioni devono essere mantenute in condizioni tali da non poter ferire i cavalli. Sono da escludersi le recinzioni in filo metallico.

6) Come costruire le stalle
I cavalli devono essere tenuti in modo da non farsi male. E' vietata la stabulazione fissa alla posta. I cavalli non vanno tenuti legati se non lassi di tempo breve, ma è fatto divieto del sistema della posta per la stabulazione permanente. I cavalli, nella normalità della stabulazione, devono disporre di spazio sufficiente per stendersi con gli arti allungati. Per fare un esempio, un box singolo non deve avere misure inferiori a 3×4 metri, con una altezza al soffitto non inferiore ai 2,5 metri. Applicando la stabulazione libera in un ambiente con diversi compartimenti, per cavalli di stazza normale si deve calcolare una superficie di riposo per animale pari ad almeno 7,5 metri quadrati. Il corridoio delle stalle deve essere abbastanza ampio, e il pavimento deve essere coperto da materiale antiscivolo. I contenitori di acqua – beverine – devono essere montati in modo tale che i cavalli vi arrivino agevolmente e in sicurezza. Questo anche riguardo ai pony che devono avere una beverina montata per la loro altezza e non per quella dei cavalli. L'acqua potabile non deve mai venire a meno, tale per cui i cavalli possano sempre bere al bisogno.

7) I cavalli
Ogni cavallo deve avere una scheda che fornisce informazioni di identificazione, come il nome del proprietario, data di arrivo, la salute, l'uso. I cavalli devono essere mantenuti in buona forma, pena la revoca della licenza, e lo scopo per il quale sono utilizzati deve essere compatibile con le loro condizioni di salute. L'utilizzo di qualsiasi cavallo deve essere regolato in base alla sua salute, l'età e l'addestramento ricevuto. Cavalle gravide o fattrici con puledri possono essere usate solo con particolare attenzione. Per ogni mancanza deve essere ritenuto responsabile il gestore della struttura.

8) La cura
I cavalli devono avere garantito il foraggio, la cura e l'esercizio fisico. Il foraggio deve essere di buona qualità e deve essere offerto in quantità che corrisponda alle esigenze del singolo cavallo. I cavalli devono avere accesso ad acqua pulita a sufficienza. I cavalli hanno diritto alla cura dei piedi quando necessario. L'attrezzatura (sella, sottosella, briglie, imboccatura) deve essere mantenuta in stato di pulizia e funzionalità, e essere conservata in un luogo separato attrezzato a selleria. La lettiera sul pavimento della stalla deve essere asciutta, e deve essere cambiata ogni qual volta è necessario per garantire la salubrità degli ambienti. La lettiera deve essere in materiale assorbente come paglia, trucciolo, cocco, per evitare che il cavallo stabuli nelle sue deiezioni. Le stalle devono essere tenute in condizioni di pulizia e ordine.

Se un cavallo è dato in mano ad una persona che non sa perfettamente come gestirlo, un membro del personale esperto deve accompagnare o supervisionare il conduttore. Quando le necessità di salute lo richiedono è fatto obbligo convocare il veterinario le cui spese devono essere coperte dallo stabilimento che ha in proprietà o in gestione il cavallo. Il veterinario deve annotare tutte le informazioni utili sulla malattia e il trattamento, nonché le linee guida per l'assistenza futura, sulla scheda del cavallo in questione. Un cavallo sotto prognosi del veterinario, che ne consiglia il riposo, non può essere messo al lavoro fino a che il veterinario non è d'accordo. Le attrezzature di pronto soccorso e i medicinali devono essere conservati in un armadio chiuso a chiave.

9) Formazione tecnica
Il gestore, il proprietario o l'insegnante devono avere la qualifica da istruttori d'equitazione per poter avere la licenza ad aprire uno stabilimento che noleggia cavalli.

10) Ispezione
Le associazioni a tutela degli equini che hanno i requisiti – e le guardie ecozoofile – dovrebbero essere messe in condizione di ispezionare i locali tutte le volte che lo ritengano necessario, anche senza preavviso, e almeno una volta l'anno. Il veterinario distrettuale deve poter decidere se altri esperti possono a partecipare al controllo. La licenza dello stabilimento, una copia del regolamento e le ispezioni in materia di lavoro devono essere tenuti insieme nello stesso luogo. L'ispettore deve firmare e datare il modulo di controllo. I rapporti di ispezione devono essere immediatamente inviati al veterinario di distretto. Una copia della relazione sarà inviata allo stabilimento di guida, dove deve essere conservato insieme alla documentazione di cui sopra.

11) Sanzioni
Chi trasgredisce alle norme è punibile secondo le leggi di protezione degli animali in vigore nel nostro paese.

12) Entrata in vigore
Il regolamento una volta approvato deve avere una data sicura in cui entrare in vigore. Tutti gli stabilimenti già in esercizio entro tale data devono fare domanda di licenza per continuare la loro attività ed essere perciò ispezionati circa l'idoneità.
 

QUESTA è UNA BOZZA DI REGOLAMENTO SU CUI POTER DISCUTERE, chiunque fosse interessato a costituire un tavolo di lavoro apposito può contattare Horse Angels.

Inserisci il nome dell´autore
www.horse-angels.it


Il Network del Portale

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Segui il Portale sui nostri social

Segui anche su

Altri argomenti