1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
21 Aprile 2024

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

La ricostruzione storica della: SPEDIZIONE DEI MILLE

 

"L'idea"
Nel giugno del 2005, a supporto della nascita del dipartimento "Garibaldini Volontari a Cavallo", Anita Garibaldi sollecitava l'Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali ad organizzare un grande evento per il Bicentenario della nascita del nostro eroe dei due mondi, Giuseppe Garibaldi.
Mauro Testarella, Coordinatore dell'E.N.G.E.A., supportato dall'istruttore Pietro Paolo Praticò (già fautore delle Cavalcate Garibaldine da Melito Porto Salvo al Cippo Garibaldi, sull'Aspromonte), presentò in Roma, a Palazzo Barberini, durante la costituzione del Comitato per i festeggiamenti del Bicentenario della nascita del Generale Giuseppe Garibaldi, il progetto della ricostruzione storica della Spedizione dei Mille.
La sera del 18 agosto 2005, si diede vita alla costituzione del primo raggruppamento dei Garibaldini Volontari a Cavallo, proprio a Melito Porto Salvo, facendo della prevista Cavalcata Garibaldina, il collaudo e la tracciatura del primo tratto del percorso della Nizza – Teano, ed essa fu un successo inaspettato di presenze e grande coinvolgimento della popolazione e delle istituzioni.
Da quel giorno sino al 6 gennaio 2006, data ufficiale della nascita del dipartimento dei Garibaldini Volontari a Cavallo, l'Engea ha supportato e realizzato il progetto del grande evento del 2007 in onore del nostro eroe e, in ricordo del Bicentenario della sua nascita, partirà da Nizza la ricostruzione storica della Spedizione dei Mille, con conclusione a Teano in Campania.

"I preparativi al progetto"
L'anno 2006, alla vigilia del grande evento, il dipartimento dei Garibaldini Volontari a Cavallo e l'Engea si sono posti un grande obiettivo: la tracciatura ed il collaudo del percorso destinato alla ricostruzione storica della Spedizione dei Mille, dividendolo in tre tratte principali: la Nizza – Genova (scoglio di Quarto), la Marsala – Giardini Naxos (in provincia di Messina) e la Melito Porto Salvo – Teano (Calabria – Campania).

"Il progetto finale"
Il Dipartimento dei Garibaldini Volontari a Cavallo, benché autonomo ed ufficialmente riconosciuto, e' comunque parte integrante dell'E.N.G.E.A.; tuttavia, mentre i Garibaldini Volontari a Cavallo, nel programmare questa stupefacente rievocazione storica in onore di Giuseppe Garibaldi (un eroe, un apolitico, un apartitico ed un fervente europeista), loro insostituibile guida, cui fanno riferimento per i valori umani, gli scopi sociali, le idee ed i fini, le Guide Equestri Ambientali hanno personalizzato il percorso complessivo della rievocazione, aggiungendo alla Nizza – Teano, la tratta Teano – San Marino – Bezzecca (nel Trentino) e chiamando l'intero percorso "Ippovia Garibaldi", che andrà a concludersi nella primavera del 2008.
E chi meglio dell'E.N.G.E.A. poteva progettare un'ippovia di così grande importanza storica per la cultura e le tradizioni nazionali, essendo l'unico ente ad essere certificato ISO 9001/VISION 2000, ai fini del collaudo e certificazione della qualità delle ippovie?
Il progetto, seppur ardito perchè piuttosto complesso ed articolato, sarà portato a compimento in quanto studiato ed approfondito con la massima precisione, calcolando tutti i possibili imprevisti, partendo dal piu' accidentale, ma importantissimo, che e' quello del maltempo.
Nella compagine logistica e tecnica della carovana che realizzerà l'evento, saranno presenti, e non sostituibili sette cavalieri, un carro con pariglia, condotto da garibaldini specialisti in attacchi da lavoro, e, per finire, tre equini da soma, accompagnati da garibaldini specialisti in materia. Il tutto sarà supportato da due fuoristrada con relativi trailer, uno dei quali fungerà anche da infermeria e mascalcia mobili, e da un pulmino da nove posti attrezzato ad ufficio redazione giornalistica e network.
Sarà presente anche un camion che fungerà da selleria e da magazzino per l'approvvigionamento di cavalli e muli con foraggio, mangime ed integratori. Quindi la presenza complessiva dei Garibaldini Volontari a Cavallo sarà costituita da almeno 20 unità, mentre saranno presenti in pianta stabile, un fotografo.

 

"I collaudi delle tratte 2006"
L'ENGEA, attraverso il dipartimento Garibaldini Volontari a Cavallo, è stata incaricata dalle associazioni garibaldine presenti nel mondo, alla ricostruzione della spedizione dei mille, che per commemorare la nascita del grande eroe, partirà dalla città di Nizza e si concluderà a Teano.
7 cavalieri, un carro con pariglia e tre someggiature ripercorreranno in 90 giorni questo storico percorso, accompagnati da centinaia di cavalieri incontrati lungo il viaggio, con feste e cerimonie per tutto l'itinerario.
Nel 2006 vi saranno i collaudi e la mappatura delle 3 tratte principali per Teano "dell'Ippovia Garibaldi", che si concluderà passando da San Marino a Bezzecca di Trento, nell'anno 2008.

1a tratta: Nizza – Genova
Collaudo e tracciatura a cura del capitano Fabrizio Bianchelli e del capitano Giorgio Rinaldi. Partiranno da Nizza con una carrozza con attacco a 4 (Merens) e un mezzo per appoggio logistico nei primi giorni di Ottobre.

2a tratta: Marsala – Castelbuono – Giardini Naxos
Collaudo e tracciatura a cura del capitano Salvatore Baggesi e i suoi garibaldini. Faranno la tratta in divisa storica Garibaldina, realizzata su disegno dello stesso Baggesi. La partenza è prevista per la seconda metà di settembre.

3a tratta: Cippo Garibaldi D'Aspromonte – Teano
Collaudo e tracciatura a cura del ten. col. Pietro Paolo Praticò e dei suoi garibaldini di Melito Porto Salvo, che partiranno dopo la "Cavalcata Garibaldina" del 19 agosto, che parte da Melito porto Salvo e arriva a Cippo Garibaldi: e' ormai divenuta una consuetudine di anni per Praticò, che è anche il Coordinatore Nazionale dell'evento, nonchè fiduciario della famiglia Garibaldi e della Presidente Dott.ssa Anita Garibaldi, madrina dell'evento.

Due grandi imprese aspettano nel 2007 il corpo dei "Garibaldini Volontari a Cavallo", in ricordo del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi: la ricostruzione storica della "Spedizione dei mille" e, nel 2008, la conclusione della "Ippovia Garibaldi Nizza-Bezzecca, via Sicilia".
"Il progetto finale" Il Dipartimento dei Garibaldini Volontari a Cavallo, benché autonomo ed ufficialmente riconosciuto, e' comunque parte integrante dell'E.N.G.E.A.; tuttavia, mentre i Garibaldini Volontari a Cavallo, nel programmare questa stupefacente rievocazione storica in onore di Giuseppe Garibaldi (un eroe, un apolitico, un apartitico ed un fervente europeista), loro insostituibile guida, cui fanno riferimento per i valori umani, gli scopi sociali, le idee ed i fini, le Guide Equestri Ambientali hanno personalizzato il percorso complessivo della rievocazione, aggiungendo alla Nizza – Teano, la tratta Teano – San Marino – Bezzecca (nel Trentino) e chiamando l'intero percorso "Ippovia Garibaldi", che andrà a concludersi nella primavera del 2008.

E chi meglio dell'E.N.G.E.A. poteva progettare un'ippovia di così grande importanza storica per la cultura e le tradizioni nazionali, essendo l'unico ente ad essere certificato ISO 9001/VISION 2000, ai fini del collaudo e certificazione della qualità delle ippovie? Il progetto, seppur ardito perchè piuttosto complesso ed articolato, sarà portato a compimento in quanto studiato ed approfondito con la massima precisione, calcolando tutti i possibili imprevisti, partendo dal piu' accidentale, ma importantissimo, che e' quello del maltempo. Nella compagine logistica e tecnica della carovana che realizzerà l'evento, saranno presenti, e non sostituibili sette cavalieri, un carro con pariglia, condotto da garibaldini specialisti in attacchi da lavoro, e, per finire, tre equini da soma, accompagnati da garibaldini specialisti in materia. Il tutto sarà supportato da due fuoristrada con relativi trailer, uno dei quali fungerà anche da infermeria e mascalcia mobili, e da un pulmino da nove posti attrezzato ad ufficio redazione giornalistica e network.

Sarà presente anche un camion che fungerà da selleria e da magazzino per l'approvvigionamento di cavalli e muli con foraggio, mangime ed integratori. Quindi la presenza complessiva dei Garibaldini Volontari a Cavallo sarà costituita da almeno 20 unità, mentre saranno presenti in pianta stabile, un fotografo ed un cameraman TV, ai quali si aggiungeranno i vari giornalisti e registi, durante l'attraversamento delle piazze e delle località storiche piu' importanti del percorso.

Durante l'intero tragitto vi saranno inserimenti quotidiani di cavalieri di ogni ordine e grado, che si accoderanno alla carovana, impegnandosi a rispettare il severissimo regolamento deliberato per l'evento, affinché non vi siano inserimenti contrari all'etica ed alla professionalità. Saranno invitati di volta in volta e di tratta in tratta, corpi di polizia a cavallo, carabinieri, polizia locale, polizia provinciale, nonché rappresentanti dei reparti di cavalleria dell'esercito, associazioni di protezione civile e salvaguardia ambientale a cavallo. Inoltre saranno graditi interventi di associazioni garibaldine e d'arme, con le loro rappresentanze a cavallo ed ippotrainate. Lungo tutto l'intero percorso nei paesi e nelle città di sosta saranno organizzati festeggiamenti e cerimonie, toccando tutte le principali località storiche dell'epica spedizione.

La cartografia generale sarà elaborata con GPS, stampata e divulgata con le migliori tecnologie software del momento; per la trasmissione dati e comunicati stampa, giornalisti e sponsor utilizzeranno tecniche satellitari messe a disposizione dagli sponsor e dai nostri partner. Quindi quel lontano 2007, di cui si parlava, nel concretizzare il comitato organizzativo a Palazzo Barberini, in Roma, a fine primavera 2005, si sta avvicinando in fretta, ma i Garibaldini Volontari a Cavallo sono pronti ad affrontare gli impegni presi, supportati da tutto il Dipartimento, dall'ENGEA e dal loro Presidente Onorario Anita Garibaldi, alla quale spetterà l'onore di stringere la mano, dall'alto della sua cavalla, ad un rappresentante dei Savoia, che speriamo sia una donna, per far rivivere lo storico incontro.
Abbiamo bisogno di validi aiuti e validi Garibaldini: se il progetto Ti puo' coinvolgere visita il sito www.engeamagazine.it/Garibaldini, www.ilportaledelcavallo.it, www.sitogea.net.

Mauro Testarella


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Segui il Portale sui nostri social

Segui anche su

Altri argomenti