24 Maggio 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Dalla carrozza all’auto, da carrozzai a carrozzieri.

Materiali e tecniche costruttive della carrozza e loro trasferimento nell´automobile

La carrozza è costruita con molti materiali: legno, ferro, paglie e crini per imbottiture, tessuti , cuoi, vetri, metalli. Nello sviluppo e nei cambiamenti tecnologici, di usi, di gusti e di epoche questi materiali di base si sono alternati in proporzioni diverse ed in diverse collocazioni. 

 Nelle varie epoche si passa dall’ uso quasi completo del legno, compresi gli assali, al suo utilizzo limitato alle ruote, nei tempi più recenti, nei quali il ferro ha rappresentato un impiego sempre maggiore.Il ferro passa da supporto o complemento a elemento predominante

Paglie e crini rimangono sempre indispensabili per le imbottiture fino all’arrivo della gommapiuma.
I tessuti, dalle rustiche canape sottostanti, alle stoffe più o meno raffinate ed ornate di passamanerie e galloni restano usate fino alle plastiche. 

Nelle varie epoche si passa dall’ uso quasi completo del legno, compresi gli assali, al suo utilizzo limitato alle ruote, nei tempi più recenti, nei quali il ferro ha rappresentato un impiego sempre maggiore.

 Il trasferimento dei particolari e dei materiali costruttivi da carrozza ad automobile elimina subito la serie dei modelli a due ruote: sedie, calessi, dogcarts, cabs, jigs scompaiono non avendo più l’appoggio del cavallo e tutto si riversa per forza sulle quattro ruote. 

Se all’inizio i motori sono semplicemente montati su vetture che perdono i cavalli, con variazioni al sistema sterzante, vengono mantenute tutte le altre caratteristiche già ampiamente collaudate.

Una delle soluzioni tecniche che perde presto la sua ragione d’essere è la differenza di dimensioni fra le ruote anteriori e posteriori.
Le quattro ruote prendono le stesse misure pur rimanendo in parte ancora in legno con i raggi. Le gomme piene vengono sostituite da pneumatici. 

Le balestre ellittiche o semplici restano fino all’adozione dei molleggi telescopici.
L’abitacolo riporta nel passaggio molte delle materie usate e delle tecniche esistenti fino all’eleganza delle tendine avvolgibili. Scompaiono completamente i montatoi essendo le automobili notevolmente abbassate e rimangono pedane di salita nelle sagome complessive fino a sparire. 

 Ovviamente il posto di guida sostituisce la cassetta e il palchetto viene eliminato. I fanali da uso di candele o petrolio diventano a carburo e quindi elettrici. I vetri dei finestrini rimangono mobili ma in modo meccanico per la funzione verticale, ancora manuali restano i vetri anteriori che separano dal conducente e che si muovono orizzontalmente.

Le portiere diventano spesso quattro ed i divanetti passano dalla posizione vis-a vis ad anteriore e posteriore comprendendo di seguito il posto di guida.
Naturalmente tutte le apparecchiature per la conduzione si aggiungono: volante, freno, entrano nell’abitacolo facendo parte dell’arredamento anche con funzioni decorative. 

Cambia completamente il sistema frenante che se esisteva su alcuni modelli del passato di seguito diviene indispensabile, non potendo più
servirsi della collaborazione del cavallo, e da tappi di legno sui cerchioni passa, con i tamburi, all’interno delle ruote.

 

Ettore Aspetti
Notiziario del Gruppo Italiano Attacchi.


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti