26 Maggio 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Corsa senza fruste all’Ippodromo Arcoveggio

Promuovere il rispetto per il cavallo al Gran Premio Italia, domenica 10 aprile

Una corsa senza l’uso di fruste: questa la nuova iniziativa all’Arcoveggio nel giorno del Gran Premio Italia 2016, per promuovere una guida di grande rispetto per il cavallo.


La corsa, programmata come confronto internazionale sui 2060 metri, handicap ad invito con partenza ai nastri, richiede a tutti i driver partecipanti di condurre i propri portacolori lasciando il frustino in scuderia, limitandosi per incitarli all’uso corretto delle lunghe redini e della voce.


In un momento che pone la pista bolognese al centro dell’interesse internazionale per il clue che schiera il meglio dell’allevamento indigeno, l’Arcoveggio vuole attirare l’attenzione generale su questo tema, che propone una forma di educazione dell’animale che si fonda sempre meno sulla coercizione.


Va comunque detto che se in passato la frusta incuteva rispetto e rappresentava per l’uomo un utile strumento di governo degli animali, e di difesa in caso di cavalli riottosi, oggi ormai i cavalli sono avvezzi a forme di educazione che la rendono non necessaria.  


Anche in corsa, spesso il cavallo non viene neppure sfiorato, preferendo i guidatori insistere sulle stanghe del sulky per incitarli e segnalare con il rumore del frustino i momenti di maggior impegno.


Il regolamento italiano limita l’uso del frustino, che deve rispettare precise misure, essere utilizzato solo in modo moderato, in avanti allo scopo di incitare il cavallo, sempre tenendo le redini in entrambe le mani, e ne vieta l’abuso.


E all’Estero ? nessun paese europeo ne vieta l’uso, anche se in alcuni ne è escluso l’utilizzo in retta d’arrivo.


Ma una norma non è necessaria, se viene  promosso e condiviso uno stile di guida che mette al primo posto il massimo rispetto per i cavalli, atleti ben addestrati, allenati e generosi.


Questa esperienza, inedita per l’Arcoveggio, vuol contribuire a dimostrare che “senza, si può”, che l’uso della frusta non ha alcun valore per far correre più forte un trottatore ed anzi ne umilia lo sforzo.


In questa prima edizione, la corsa bolognese, al raggiungimento di almeno quattordici partecipanti, potrebbe essere inserita nel palinsesto Tris, Quartè e Quintè nazionale, con relativo maggior impatto di comunicazione per l’iniziativa.

Ufficio Stampa Ippodromo Arcoveggio


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti