1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
1° WEBINAR:Tutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo. 30 Marzo, ore 18
21 Marzo 2023

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

E.N.G.E.A. PERCHE´ L´EQUITAZIONE RICREATIVA PER DISABILI: una valida opportunità per usare il cavallo nel sociale!

Il Settore Equitazione Ricreativa per Disabili (E.R.D.), è nato dalla necessità di conciliare l'inserimento della persona disabile, o a rischio di emarginazione sociale, attraverso opportune metodologie pedagogico-educative in ambito equestre.

L'OPERATORE è appositamente formato per essere in grado di valutare e prendersi carico dei soggetti per i quali tale attività produce giovamento attraverso progetti educativi individualizzati e con chiari obiettivi nel raggiungimento delle competenze programmate.

Il piano formativo consente l'acquisizione di conoscenze teorico-pratico-gestionali inerenti l'ambito nel quale tale Operatore è chiamato a svolgere il suo compito; il tutto supportato da approfondimenti riguardanti finalità, verifiche e valutazioni dei risultati ottenuti senza però avere la presunzione di voler medicalizzare un'attività per la quale esistono piani formativi differenti.

Perché scegliere il Settore Equitazione Ricreativa per Disabili?

» Perché è un settore nuovo, ad ampia valenza socio assistenziale;
» Perché crea opportunità nuove di integrazione sociale attraverso il lavoro con il cavallo permettendo di abbattere le barriere del pregiudizio;
» Perché è l’unica realtà equestre italiana dove è realmente possibile svolgere iniziative equestri UNIFICATE con cavalieri normodotati, stimolando una reale cultura della disabilità;
» Perché è l’unica realtà equestre italiana dove si permette la scelta tra la monta inglese o western con personale tecnico realmente qualificato alla propria disciplina;
» Perché si possono riempire gli “spazi morti” della giornata di maneggio per lavorare con un target di utenza che può usufruire del ns. servizio in un contesto protetto da rischi derivanti dall’eccessivo numero di cavalieri in campo;
» Perché si può dare un’ulteriore opportunità ai ns. cavalli anziani per svolgere un lavoro importante e, nel contempo, non troppo faticoso: la garanzia della sicurezza e dell’esperienza derivante dall’età dell’animale si concilia perfettamente con un valido reimpiego di un soggetto altrimenti destinato probabilmente a fare una brutta fine…
» Il brevetto attesta che il suo possessore è stato giudicato idoneo e, di conseguenza, abilitato a svolgere le sue funzioni da un Ente di Formazione Professionale (ISO 9001:2000) che di norma si avvale di esaminatori e docenti qualificati da Enti Statali, al fine di conferire al titolare del brevetto associazionistico un ulteriore prestigio tecnico. Questo permetterà in caso di necessità di poter rispondere con sicurezza, nelle sedi opportune….

Perché diventare quadri tecnici di equitazione ricreativa per disabili?

Semplicemente perché l’ippoterapia non è attualmente riconosciuta a livello ministeriale come attività di carattere sanitario
» Ciò significa che l’utilizzo del cavallo con soggetti disabili può essere effettuato sottoforma pedagogico educativa e/o sportiva e, se ci fossero singoli riconoscimenti degli Enti Locali, SOLO dei terapisti qualificati possono effettuare tale attività; questo senza precludere il fatto che questi professionisti possono esercitare ANCHE IN SENO ENGEA;
» I corsi E.R.D. abilitano nello specifico ambito di intervento con i riconoscimenti sotto descritti con GARANZIE ASSICURATIVE INNOVATIVE E REALMENTE CONCORRENZIALI rispetto alle altre realtà similari;
» Anche l’impegno economico e temporale per la partecipazione ai ns. corsi è realmente differente da quanto proposto dalle altre Associazioni e Federazioni di settore senza perdere in qualità e competenza fornita ai ns. quadri tecnici.

I riconoscimenti:
l’Equitazione Ricreativa per Disabili ENGEA ha TUTTE la carte in regola per poter svolgere interventi con soggetti svantaggiati sotto il profilo pedagogico educativo in ambito sportivo.
Il Settore gode di tutti i riconoscimenti che l’Ente stgessdo garantisce: Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI con delibera C.N. n° 117 del 22/02/1979 art. 31 D.P.R. 2/08/1974 n° 570, Ente Nazionale con finalità assistenziali ( Ministero Interno del 22/02/1984 n° 10.6255/12000 A (78) e 17/10/1984 n° 1014116/12000 A (78) 524/74 D.P.R. N° 640/72.
Essendo inoltre il 1° Ente Nazionale con certificazione di Qualità nazionale ed internazionale ( ISO 9001 Vision 2000 – certificato RIINA n° 7337/02/S – certificato International Certificate CISQ/RIINA n° IT/27077), nella Formazione Professionale associazionistica ed Istituzionale, le garanzie di serietà e professionalità dei ns.
Operatori determinano ulteriormente il quid che ci contraddistingue dagli altri tecnici.

ENGEA

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti