17 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Se una vipera morde Fido

E' piacevole fare una passeggiata a cavallo con il vostro amico cane, ma possono succedere spiacevoli inconvenienti, l'ANVI ci spiega come comportarci nel caso di un morso di vipera e ci illustra tutti i particolari sul siero antivipera.

 

"A causa dei suoi effetti collaterali, c'è qualche difficoltà di reperimento del siero antivipera.
In questi casi, è comunque importante che il proprietario si rivolga ad un medico veterinario per far visitare il proprio cane. Capire in che condizioni si trova e quali sono i disturbi causati dal veleno di vipera, è utile per trovare cure appropriate che potrebbero comunque salvare la vita al cane".


E' quanto afferma Laura Torriani Segretario ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) in seguito alla notizia apparsa il 27 ottobre scorso sul quotidiano Il Mattino, di un cane che è morto dopo essere stato morso da una vipera a Baiano (AV).
Spiega Fabiò Viganò Presidente della SIARMUV (Società Italiana Anestesia, Rianimazione e Medicina d'Urgenza Veterinaria):

"Il veleno di vipera è costituito da polipeptidi ad attività enzimatica e non. Ne sono stati isolati circa trenta. La sua composizione varia da specie a specie e da individuo a individuo. Come è facile intuire i corticosteroidi non riescono a controllare tutte le reazioni indotte dal veleno".
"Da studi compiuti in medicina umana", aggiunge Viganò, "si è visto che la mortalità era più elevata quando venivano utilizzati, inoltre possono alterare gli esami di laboratorio che servono da guida durante la terapia. Se esistesse una relazione univoca tra la somministrazione di corticosteroidi ed una riduzione della mortalità o un miglioramento dei sintomi generali sarebbe nota a tutti ed entrerebbe nei protocolli di tutti i pronto soccorso sia umani che veterinari".


"L'unica terapia sicuramente efficace", sottolinea Viganò "è il siero antiofidico. Come primo intervento però, è meglio evitare: ghiaccio, impacchi freddi o spray refrigeranti, incisioni e suzioni, tourniquets, somministrazione di aspirina o tranquillanti, aspettare e vedere cosa succede prima di instaurare una terapia, elettroshock (utilizzati nel passato come il cortisone), impacchi caldi".
Allora perché escluderla?. Riconosciuta da tutti è in grado di controllare le azioni indotte dal veleno.

 

I medici veterinari interessati a contattare la ditta specializzata, per il reperimento del siero antiofidico possono rivolgersi alla SIARMUV al seguente numero telefonico 0372/40.35.02 o indirizzo e-mail: socspec@scivac.it

 

Cremona, 16 novembre 2004,
Chiarimenti dall'ANMVI dopo la morte di un cane nell'avellinese: il siero antivipera in veterinaria
Ufficio Stampa ANMVI
0372/403537

Ufficio Stampa ANMVI

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti