1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
4 Marzo 2024

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Il seminario dei veterinari SIVE

 

Sabato 2 aprile a partire dalle 8,30 fino alle 13 MalpensaCavalli ospiterà il congresso della Società Veterinaria Italiana per Equini (Sive) dal titolo “Approcci diagnostici alle malattie respiratorie del cavallo”.
La Sive è la più importante associazione scentifica di veterinari specializzati in cavalli e conta circa 800 soci. Relatrice dell’appuntamento di MalpensaCavalli sarà la dottoressa Angela Mascioni, specialista in medicina e chirurgia del cavallo con all’attivo molti periodi di aggiornamento negli Usa. La dottoressa Mascioni parlerà di diagnostica e cura, appuntando l’attenzione sulla delicata tecnica del lavaggio bronco alveolare. Questa terapia, in estrema sintesi, consta nel provocare nell’animale, artificialmente e sotto controllo veterinario, un edema polmonare indi ottenere con i liquidi poi naturalmente assorbiti dal cavallo il lavaggio di quelle sostanze che limitano la capacità respiratoria, uno dei primi e più frequenti limiti nel rendimento degli equini nello sport. La terapia ovviamente, oltre ad essere sconsigliata in caso di insufficienze cardiache e renali, non è priva di rischi, il convegno Sive, grazie all’esperienza della dottoressa Mascioni, punta ad analizzare modalità e contesti clinici nei quali impiegarla.

 

MANISCALCHI E VETERINARI A CONVEGNO
Domenica 3 aprile a partire dalle 9.30 fino alle 17 veterinari e maniscalchi si incontreranno a MalpensaCavalli per un convegno sulle patologie del piede equino. La mascalcia è una professione sempre più evoluta che spesso cammina di pari passo con la ricerca veterinaria, dando a quest’ultima un importante contributo. Il tutto per il benessere del cavallo che grazie a una modifica di ferratura a volte può incrementare notevolmente il suo rendimento e la sua qualità di vita. MalpensaCavalli tiene però a sensibilizzare su queste problematiche non solo gli addetti ai lavori ma anche tutto il grande pubblico dell’equitazione e perciò lungo tutti i tre giorni si susseguiranno dimostrazioni dal vivo di forgiatura e ferratura per far sì che tutti possano vivere il fascino di un mestiere antico che ha saputo tenere il passo della ricerca scientifica. Un mestiere che tra l’altro rappresenta oggi un’ottima possibilità di impiego per molti giovani.

 

MALPENSACAVALLI PER I RAGAZZI DELLA SARTIGLIETTA DI ORISTANO
Come già lo scorso anno, MalpensaCavalli vuole essere anche occasione di solidarietà e nel 2005 la scelta è caduta, per segnalazione dell’Ente Guide Equestri Ambientali, sulla Sartiglietta di Oristano. La Sartiglietta è un gruppo folcloristico sardo, che fa capo al “Giara Club Is Pariglia” (www.ispariglias.it) e si rivolgere ai cavalieri più giovani, dai 10 ai 18 anni, che compiono acrobazie sui piccoli e focosi pony della Giara. La Sartiglietta, nata nei primi Anni 80 su idea di Antonio Casu (ex sartigliante), dopo il debutto di fronte al grande pubblico di Fieracavalli di Verona nel 1983 ha portato i ragazzi sardi nelle più grandi manifestazioni equestri d’Europa: Cheval Passion ad Avignone (1999), Il Concorso ippico internazionale ufficiale di Piazza di Siena a Roma, solo per citare due esempi. Grazie alla Sartiglietta e alla passione di Antonio Casu, che ancora oggi segue passo passo i suoi ragazzi, la Sartiglietta ha aiutato molti giovani a emergere nel campo professionale. Tra questi Dario Vargiu, ex componete della Sartiglietta e fantino vincitore del Derby 2004 su Groom Tesse e patner del grande Fabrav, uno dei migliori Purosangue del secolo, col quale ha vinto anche il Gran Premio di Milano.
Nonostante la generosità dell’Istituto di incremento ippico della Sardegna che le mette a disposizione alcuni cavalli, la Sartiglietta è da tempo in difficoltà: mancano i fondi per le trasferte e la promozione di uno spettacolo unico, che ha formato anche molti componenti di spicco della Grande Sartiglia (tra cui Franceso Casu, figlio di Antonio), vera attrazione del Carnevale di Oristano.
MalpensaCavalli lancia una colletta tra tutti i suoi spettatori, che potranno anche assistere a un saggio della Sartiglietta nel corso dello spettacolo serale. Proprio in questa occasione inoltre Antonio Casu rincontrerà dopo anni il vecchio allievo Dario Vargiu, da poco rientrato da una fortunata trasferta negli ippodromo giapponesi, per consegnargli un riconoscimento alla carriera.
Per maggiori informazioni Antonio Casu 329. 2507371

 

IL GALA DI MALPENSACAVALLI
Venerdì 1 e sabato 2 aprile alle ore 21 andrà in scena il Gala di MalpensaCavalli, che verrà replicato nel pomeriggio di domenica. È uno show pensato per tutti e per questo strutturato attraverso un mix di spettacolarità e tecnica. Spettacolare sarà la monta minorchina di Massimo Barbé, che prevede un’esibizione dove il cavallo esegue molti esercizi restando impennato. Questo genere di esibizione può essere fatta solo con soggetti nati nell’isola spagnola, i cavalli Minorchini appunto, che sono poche centinaia in tutto il mondo. Sempre rimanendo nell’ambito delle monte estere, il Gala presenterà anche una dimostrazione di monta western dove verranno, tra gli altri, anche impiegati i Quarter Horse, i cavalli con lo scatto più bruciante del mondo.
Anche la tradizione italiana sarà comunque sotto i riflettori con la sfilata di Varese alleva e i carri agricoli trainati dai Tpr, tra le nostre più tipiche razze da lavoro, ma anche le carrozze nobiliari, alcune delle quali sfileranno per il centro di Busto Arsizio. Ci saranno poi le arti marziali in sella, l’Alta Scuola spagnola e le esibizioni della Sartiglietta, il gruppo folcloristico sardo per i quali MalpensaCavalli, assieme al gruppo Engea, ha lanciato una sottoscrizione.
Durante lo spettacolo si apriranno divertenti siparietti con gli acrobati del duo Giona, veri funamboli della sella, in grado di scambiarsi i cavalli pur restando lanciati al galoppo. Uno spettacolo unico per una fiera equestre unica.

 

LA MOSTRA SU FEDERICO TESIO:
OMAGGIO AL GENIO DELL’IPPICA

Federico Tesio era l’Enzo Ferrari dell’ippica. Morì il primo maggio del 1955 dopo aver allevato, negli impianti della Razza Dormello-Olgiata tutt’ora attivi a Dormelletto sul Lago Maggiore a pochi chilometri da Arona, alcuni dei migliori galoppatori della pur ultrasecolare storia delle corse. Suoi furono Nearco (1935, imbattuto in 14 corse), Cavalier d’Arpino (1926, imbattuto in 5 corse), Ribot (1952, imbattuto in 16 corse). Quest’ultimo, vincitore di due Arc de Triomphe consecutivi divenne, poco dopo la scomparsa di Tesio, un vero fenomeno sociale: fu chiamata Ribot persino una squadra di calcio della provincia toscana.
A Tesio e ai suoi tempi, fatti di grandi successi sportivi e mondani dell’ippica, MalpensaCavalli ha voluto dedicare una mostra con i cimeli, disegni (Tesio era anche ottimo pittore) e scritti autografi, tra i quali quelli relativi alle sue due opere “Il Purosangue animale da esperimento” e “Tocchi in penna al galoppo”, ambedue edite in Italia da Hoepli. Recentemente è stata anche ripubblicata dall’editore Equitare (curatore della mostra ed espositore di MalpensaCavalli, una dettagliata biografia ‘Il Mito di Tesio’ firmata da Francesco Varola.

 

PINUCCIO MOLTENI: UN RECORD DI PASSIONE
Fantino dilettante dal 1946, Pinuccio Molteni ha raggiunto l’agosto scorso la sua vittoria numero 1000 sulla pista di casa, quella dell’Ippodromo di Varese, che gli ha riservato un’ovazione da stadio. Mille vittorie sono un numero tondo, non un record mondiale assoluto: quello Molteni lo aveva già battuto anni fa arrivando a quota 800. Oggi Molteni continua a correre in tutta Italia e ad allenare personalmente i suoi Purosangue sulla pista di varesina.
Un personaggio simile non poteva certo non essere testimonial d’eccezione di MalpensaCavalli, dove incontrerà i suoi fan per spiegare a tutti che l’ippica non è solo scommessa, ma (e soprattutto) passione.

 

LE SELLE WESTERN PETE GORRELL: IL SELLAIO ARTISTA
Costruire selle è un’arte che coniuga praticità, esigenze tecniche ed estetiche. Questo è vero per tutte le discipline, ma è con le selle western che quest’arte raggiunge il suo apice. A MalpensaCavalli sarà presente Pete Gorrell, vero e proprio guru del settore. Lo statunitense Pete Gorrell sarà ospite d’onore della rassegna varesotta e lo si potrà vedere intagliare e incidere dal vivo le tante qualità di cuoi dalle quali nascono i suoi capolavori. Pezzi unici che lo hanno reso famoso nel mondo, Gorrell ha infatti già vinto nel 2000 una sorta di oscar alla carriera nel corso di una manifestazione in Texas che riunisce i massimi rappresentanti della cultura western, dai cowboy ai cantanti country. Dal suo laboratorio modello di Darby (Montana) è uscita anche una fedelissima riproduzione della sella realizzata nel 1883 da J.S. Collins di Cheynenne per Teddy Roosevelts e oggi esposta in un museo di Los Angeles. Insomma, Pete è un pezzo vivente della storia a stelle e strisce.

Ufficio Stampa MalpensaCavalli


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Segui il Portale sui nostri social

Segui anche su

Altri argomenti