30 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

2.000.000 di morti all’anno per colpa della zanzara. La malaria uccide più di leoni, tigri, serpenti, squali e scorpioni messi insieme. La risposta del TRI-TEC 14 nel controllo delle zanzare e della West Nile Disease.

Secondo il sito scientifico "Live science" è la zanzara l’animale più pericoloso per l’uomo con 2 milioni di vittime, secondo i dati UNICEF, 850.000 sono i morti ogni anno per punture di zanzare. Inaccettabile, veramente troppi.

Ann M. Veneman direttore generale dell'UNICEF nel suo messaggio in occasione della Giornata Mondiale contro la Malaria, ha sottolineato l'importanza di una forte collaborazione tra governi, donatori, organizzazioni internazionali che hanno consentito di ottenere dei buoni risultati nella lotta contro la malattia e cio' deve proseguire. La lotta contro la malaria produce altri benefici: ridurre la malaria riduce il carico di lavoro di strutture sanitarie, ridurre la malaria riduce il numero di persone che muoiono a causa dell'HIV e AIDS, la malaria e' una concausa significativa che contribuisce a queste morti.
La lotta contro la malaria puo' essere vinta e il mondo deve unirsi per garantire che nessuno muoia piu' per la puntura di una zanzara".


La West Nile Disease è una zoonosi determinata da un virus. Questa patologia è trasmessa da differenti specie di zanzare e causa forme di meningo-encefalite negli uccelli, negli equidi ed anche nell’uomo.
L’agente responsabile è il West Nile Virus, ampiamente distribuito nel mondo in quanto presente in tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide.
Negli equidi la sintomatologia clinica, prevalentemente di tipo neurologico, si mani-festa nel 10% dei soggetti infettati ed i sintomi possono scomparire in un paio di settimane o progredire rapidamente fino alla morte dei soggetti colpiti.
Il virus della West Nile disease è mantenuto in natura da un ciclo di trasmissione zanzara-uccello-zanzara, dove le zanzare adulte s’infettano pungendo uccelli contagiati.


Nella zanzara il patogeno si moltiplica localizzandosi nelle ghiandole salivari, per poi essere trasmesso all’ospite vertebrato (uomo o equide). In tali ospiti il virus non raggiunge, nel torrente circolatorio, concentrazioni tali da infettare altre zanzare e pertanto il ciclo di trasmissione si arresta.
La vaccinazione facoltativa degli equidi, autorizzata in Italia dal novembre 2008, consente di proteggere i soggetti delle zone a rischio.
Al contrario di quanto succede per gli equidi, ad oggi non sono stati registrati vaccini per uso umano rendendo quindi indispensabile il controllo delle zanzare vettori con metodi tradizionali.


Infatti, anche secondo l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G.
Caporale”, centro di referenza nazionale per le malattie esotiche: “nelle aree in cui la malattia è endemica devono essere attuate strategie volte alla riduzione del virus attraverso misure che agiscono sulla densità dei vettori …. e che riducano le possibilità di contatto tra vettori ed ospiti recettivi (applicazione di repellenti, zanzariere ecc.).…”


Appare chiaro, dunque, come il controllo dell’entità delle zanzare ambientali giochi un ruolo cruciale nel controllo della diffusione del virus stesso; cosa di cui si sono resi conto comprensibilmente gli americani, anch’essi interessati dal problema da circa un decennio.
Per far fronte alla diffusione della West Nile disease, endemica dal 2003 nelle regioni settentrionali, gli americani hanno fatto ampio ricorso ad insettorepellenti ed insetticidi per proteggere il cavallo dalle diverse specie di zanzare, tra cui la zanzara tigre. Tra i diversi prodotti, quello che si è rivelato essere di gran lunga più efficace è il TRI-TEC 14, prodotto da Farnam (Phoenix-Arizona), azienda leader nella produzione di integratori ed insettorepellenti per cavalli. Il TRI-TEC 14 è un insetticida/insettorepellente composto da piretrine naturali, piretroidi ma soprattutto dalla Cipermetrina, analogo di sintesi.
La Cipermetrina agisce direttamente sul sistema nervoso degli insetti determinandone immediata paralisi e morte.
I filtri solari di cui è composto proteggono inoltre i principi attivi dalla degradazione dei raggi solari garantendone, in condizioni ottimali, un’efficacia d’azione fino a 14 giorni. L’effetto di questo prodotto è rivolto, non solo a tafani, mosche, pidocchi e zecche ma soprattutto alle zanzare in grado di trasmettere malattie fatali inclusa la West Nile disease.
Alla luce dell’importanza che giocano le zanzare nella trasmissione e diffusione della West Nile disease e della comprovata efficacia del TRI-TEC 14 nella riduzione di tali insetti non possiamo far altro che consigliarlo calorosamente al fine di ottenere ambienti di scuderia più salubri, sia per il nostro amico cavallo che per noi stessi!!!!

MEETING DELL’AAVP
(Associazione Americana Veterinari Parassitologi).

Studio per la valutazione dell’attività di un prodotto insettorepellente per equini (Tri-Tec 14) contro le zanzare. WILLIAM B. WARNER, ADALBERTO A. PEREZ DE LEON and THOMAS J. KENNEDY(Farnam Companies, Inc., Phoenix, Arizona, USA, Laboratori Stillmeadow, Sugarland, Texas USA).

Questo studio è stato condotto per determinare l’efficacia di una singola applicazione di Tri-Tec 14 Equine Fly Spray (Cipermetrina, Piretrine, Piperonilbutossido tecnico, D-N Propionil Isocincomeronato, Tetraedro 2 furaldeide, Glicole butossi-polipropilenico, ingredienti inerti) contro le zanzare nel cavallo. L’insetto testato, Aedes albopictus (volgarmente detta zanzara tigre), è una zanzara conosciuta perché in grado di trasmettere il West Nile Virus (WNV) in natura, e testata sperimentalmente come competente ed efficiente vettore del WNV nei cavalli.

E’ stata allestita una tenda con pareti in vinile per creare 2 camere di infestazione in un ambiente chiuso semi controllato. Otto cavalli sono stati divisi random tra il gruppo di controllo (gruppo I) ed il gruppo trattamento (gruppo II). Tri-Tec 14- Equine Fly Spray è stato applicato una sola volta sui cavalli del gruppo II (240 ml/cavallo). Ciascun cavallo è stato sottoposto all’infestazione delle zanzare per 6 giorni consecutivi.

Per ciascuna infestazione un cavallo è stato collocato in una camera con 200 femmine di Aedes albopictus. Dopo 60 minuti di esposizione tutte le zanzare sono state raccolte dalla camera. Sono state raccolte ed enumerate separatamente le zanzare vive da quelle morte per determinare il numero delle vive/morte, il numero di quelle che hanno punto il paziente (“hanno fatto il pasto di sangue”), la media giornaliera di mortalità delle zanzare e di quelle che hanno punto il paziente (“pasto di sangue”).

In questo studio la mortalità media delle zanzare per il gruppo dei cavalli trattati (gruppo II) ha raggiunto circa il 90%. Tuttavia, l’effetto principale (di insettorepellente) di Tri-Tec 14 Equine Fly Spray, misurato attraverso la riduzione delle punture, è stato del 97% 2 ore dopo la somministrazione del prodotto e del 91% i giorni successivi al trattamento.

L’effetto di insetto repellente scende al 62% dal giorno 6 in poi. Tri-Tec 14 Equine Fly
Spray fornisce un importante controllo della puntura da parte delle zanzare vettori del West Nile Virus quando usato secondo le istruzioni riportate in etichetta.

 

CLICCA QUI PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI O PER ACQUISTARE IL TRI-TEC 14 CONTRO LE ZANZARE

Giovanni Origgi
redazione


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti