20 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

PONYMANIA 2009 – Lignano Sabbiadoro dal 30 aprile al 3 maggio

L’evento ippico vedrà la partecipazione di circa 600 ragazzi dai 6 ai 16 anni italiani provenienti dalle Nazioni dell´Alpe-Adria tutti accompagnati dai relativi genitori.

PONYMANIA
E’ una manifestazione nazionale della Fise – Federazione I taliana Sport Equestri – che si svolge annualmente nel primo fine settimana di maggio. Dedicata ai giovani praticanti l’equitazione è promossa sull’intero territorio nazionale dai circoli ippici e dai Pony Clubs che rivolgono particolare attenzione ad una sempre più larga leva di giovani promesse dell’equitazione Italiana.
Dal punto di vista del rapporto con il territorio che ospita la manifestazione va detto che una simile iniziativa riesce a concentrare in pochi giorni un elevatissimo numero di giovani cavalieri e loro accompagnatori creando un indotto turistico molto interessante sia qualitatativamente che quantitativamente.
Nel contempo la fase promozionale della manifestazione è indirizzata indistintemante a tutte le associazioni sportive affiliate e aggregate alla Fise e indirizzata direttamente a tutti i giovani tesserati alla Federazione.

 

Nelle precedenti edizioni la partecipazione dei binomi è stata nell’odine compreso tra 500 e 600 partecipanti: un movimento che possiamo tradurre in cifre prevedendo un coinvolgimento diretto di non meno di 2000 persone e circa 100 tra circoli Ippici e scuole di equitazione distribuite sull’intero territorio nazionale.

Si tratta di una partecipazione estesa, qualificata e molto targhettizzata verso bambini, adoloscenti e loro nuclei familiari. L’organizzazione dell’edizione 2009 è stata affidata dalla Fise alla Associazione Sportiva Dilettantistica “Villa Manin Grandi Eventi” per essere realizzata a Lignano Sabbiadoro, importante località balneare al confine tra le province di Udine e Venezia.

La realizzazione di Poymania 2009, pertanto, è stata resa possibile da una interazione sinergica tra l’esperienza sportiva e organizzativa di Villa Manin Grandi Eventi e l’attività di promozione turistica svlta da Lignano Sabbiadoro Gestioni S.p.A. Esistono dunque tutte le premesse perché questa sia una grande edizione della manifestazione equestre ludica dedicata ai giovani praticanti del nobile sport e sarà caratterizzata anche da un’altra importante novità. Ponymania 2009 sarà aperta anche ai giovani cavalieri provenienti dai paaesi dell’area Alpe-Adria con la concreta prospettiva di far diventare questa iniziativa uno dei maggiori eventi sportivi della gioventù europea dell’anno. Saranno invitate, infatti, le Federazioni Pony di Austria, Croazia, Germania, Slovenia.

DESCRIZIONE DELL’EVENTO
Ponymania è una sorta di Olimpiade equestre a carattere nazionale dedicata ai giovani da 6 a 16 anni.

Oltre 600 ragazzi dai 6 ai 16 anni provenienti dai migliori Pony club di tutta I talia si sfideranno nelle discipline di Salto Ostacoli, Pony Games, Gimkana, Horseball, Dressage e Carosello.
Categoria A: riservata ai pony di altezza massima di m. 1,17 montati da cavalieri di età compresa fra i 5 e i 12 anni al massimo (millesimo). Categoria B: riservata ai pony di altezza minima di m. 1,10 e di altezza massima di m. 1,48 (m. 1,49 con i ferri) montati da cavalieri di età compresa fra gli 8 e i 16 anni (millesimo).
Categoria Elite: riservata ai pony di altezza massima di m. 1,48 (m. 1,49 con i ferri) montati da cavalieri di età compresa fra i 10 e i 16 anni (millesimo). La definizione ufficiale di pony è quella di un cavallo di statura inferiore a 14,2 palmi (147 cm: ogni palmo equivale a 4 pollici e a 10,16 cm). Tuttavia, l'altezza non è l'unico criterio per definire un pony. Molti hanno altre caratteristiche che li distinguono dai loro parenti più grossi.
E' possibile far accoppiare un pony molto piccolo, come uno Shetland, con un cavallo molto grande, come uno Shire, perché entrambi sono membri della specie Equus caballus. Ma la maggior parte dei pony non sono cavalli in miniatura. Vi sono alcune eccezioni, come il Pony del Caspio e il Falabella, che hanno fattezze da cavalli di taglia maggiore.
Gli esperti di cavalli sono soliti dire "furbo come un pony". Infatti, i pony sembrano avere grandi capacità di sopravvivenza e dimostrano un'intelligenza molto reattiva. Gli antici membri della razza equina sarebbero rientrati tutti nella definizione ufficiale di "pony" al di sotto di 14,2 palmi. Tutti i cavalli si sono sviluppati da pony, aumentando considerevolmente la taglia grazie a incroci selettivi e a più favorevoli condizioni ambientali.
Di conseguenza, le razze di pony sono molto più simili a quelle dei cavalli agli equini primitivi. Molte razze odierne, come l'Exmoor, il Fjord norvegese, il Pony Mongolo assomigliano ancora in modo significativo agli antichi tipi. La vasta gamma dei pony, dal minuscolo, fragile Falabella al robusto, massiccio, muscoloso Fjord, è la prova vivente che i pony sono stati usati a lungo per molti scopi.
Mentre il Falabella non potrà mai essere altro che un curioso giocattolo, il Fjord e molte altre robuste razze indigene sono state importanti per l'economia: per lavorare i campi, trainare i carri e portare in groppa carichi e persone. Tuttavia, la domanda per i pony da lavoro si riduce, mentre cresce quella di pony da sella per ragazzi. Si sviluppano a getto continuo razze vivaci e facili da addestrare, create incrociando i vecchi, solidi pony con Arabi e Purosangue Inglesi da taglia più ridotta.

Ecco cosa riserva ai giovani atleti il palinsesto della manifestazione:

Salto Ostacoli:

Gara a squadre riservata a cavalieri muniti di brevetto di 1° grado e 1° grado qualificato (100 cm, 110 cm e 115 cm). Domenica si diputerà la Coppa dell’Alpe Adria. A partire dal 2006, i cavalieri e le amazzoni tesserati presso un centro autorizzato FISE o un centro affiliato FISE vengono classificati in base all'età (considerando l'anno solare).
GIOVANISSIMI: età compresa tra i 4 anni e gli 11 anni;
CHILDREN: età compresa tra i 12 e i 14 anni;
JUNIORES: età compresa tra i 14 e i 16 anni;

I giovani concorrenti sono muniti di patenti FISE per il salto ostacoli così suddivise:
patente "A" ludica: viene rilasciata dal centro ippico, consente di partecipare, dopo 6 mesi dal rilascio, a categorie fino 60 cm (con pony) patente "B" (brevetto): viene rilasciato in seguito a un esame teorico e pratico di salto ostacoli e dressage, sostenuto con il proprio istruttore, il quale certifica le capacità di cavaliere dell'esaminato. Permette di poter partecipare a categorie di altezza massima 110 cm. patente "B.Q." (brevetto qualificato) si ottiene facendo 5 percorsi netti nella categoria B110 in tutti e due i percorsi (se la categoria è a fasi) o 5 percorsi netti al percorso base e con un massimo di 4 penalità se è a barrage. Il b.q consente di partecipare anche alle categorie di altezza 115cm.

Pony Games:
I PUNTI CHIAVE PEDAGOGICI

I Pony Games occupano un posto del tutto particolare in seno alle discipline equestri. I l primo obiettivo è quello di accedere all'autonomia ed a una spigliatezza attraverso il gioco. E' la ricerca dell'efficacia attraverso la competizione che permette l'acquisizione di tutti gli elementi della tecnica equestre. Si tratta di una attività nel contempo educativa e sportiva potendo essere proposta a tutti i ragazzi.
I l loro principio pedagogico consiste nel creare la voglia in ogni cavaliere di apprendere e di superarsi in armonia con il suo pony, per far vincere la propria squadra. Il senso di squadra ed il gusto della competizione sono gli elementi motori canalizzati da regole di gioco precise.

Giochi e staffette a squadre
Include anche la categoria Elite che prevede esibizioni acrobatiche a cavallo. Da quando sono stati inseriti nell'attività federale, i pony games una serie di prove di destrezza ed abilità a cavallo – sono diventati un insostituibile occasione per avvicinare, giocando, i bambini e i giovanissimi all'equitazione.

LE ORIGINI
I Pony Games sono apparsi in Inghilterra alla fine degli anni 50. In questo periodo in Gran Bretagna, l'equide costituiva ancora un modo di locomozione ed una pratica usuale pertanto i cavalieri in erba dovevano imparare a circolare con spigliatezza sia in ambiente naturale che urbano, ovviamente a bordo strada, e dovevano saper affrontare tutte le situazioni. In questo paese, a forte cultura equestre, il gioco a squadre e la competizione sono apparsi il miglior metodo di apprendimento.
I l successo fu immediato e totale. D'altronde i migliori cavalieri britannici attuali, sia in salto ostacoli che in completo, sono nati da questa scuola. Oggi i Pony Games sono usciti dalla nazione di origine ed hanno sempre maggiori seguaci in Francia, in Europa e nel mondo. Le competizioni organizzate permettono di riunire praticanti di tutte le discipline equestri. Questo sport contribuisce a rendere l'equitazione accessibile ad un maggior numero di persone e soprattutto bisogna tener conto dell'aspetto al tempostesso educativo e sportivo di questo genere di disciplina

Gimkana
Percorsi a squadre La gimkana non deve essere considerata come un percorso di salto ostacoli, ma come un mezzo di valutazione in un programma di apprendimento e di preparazione a un percorso di salto ostacoli. Sono previsti schemi di difficoltà tecniche che il futuro cavaliere potrà incontrare successivamente nelle prove di salto ostacoli.Questa gimkana serve a migliorare il controllo del pony.

Horseball:
Pallacanestro a cavallo, a squadre. L'Horse-ball è una disciplina di squadra che unisce le caratteristiche del gioco con la palla all'equitazione. Una disciplina rapida e spettacolare in cui due squadre composte da 4 cavalieri piè due riserve si affrontano in un campo rettangolare le cui dimensioni possono variare da 60 a 75 metri di lunghezza e da 20 a 30 metri di larghezza. Le origini di questa disciplina equestre, nata in Francia, risalgono agli anni '70.
Da qui successivamente ha iniziato a svilupparsi in Europa, trovando diffusione in Austria, Belgio, Germania, I talia, Portogallo, Spagna e Gran Bretagna. Approdata in I talia nel 1989, fino al 1995 è stata sotto la supervisione dell'Associazione Nazionale Horse-ball che si è prodigata a promuovere e diffondere questo Sport. In seguito è entrata a far parte delle discipline equestri che la Federazione I taliana Sport Equestri segue direttamente.
I giocatori delle due squadre devono cercare di impossessarsi della palla, provvista di sei maniglie di cuoio, senza mettere piede a terra e facendo un numero minimo di tre passaggi tra giocatori diversi prima di cercare di andare a canestro.

Dressage:
Gara di addestramento. I cavalieri compiono figure a cavallo in un rettangolo 40mx20m. I l binomio cavallo-cavaliere, deve compiere delle figure prestabilite, determinate dalla FISE, precedentemente imparate a memoria (è però possibile dettare la ripresa fino a determinate categorie, ma il cavaliere resta il solo responsabile di eventuali errori).Vi sono tre o più giudici che attribuiscono ad ogni figura un voto da 1 a 10 e un'eventuale spiegazione. Per esempio: in A, circolo di 20 metri di diametro, voto 6, groppa alta, storto. Chiaramente, la spiegazione deve essere estremamente tecnica e precisa in modo da permettere al cavaliere di correggerla con il lavoro futuro. I voti sono molto simili a quelli scolastici: vanno infatti dall'1 al 10 e la sufficienza è 5. Il voto totale, dato dalla somma dei voti di tutti i giudici (verrà poi scritto voto tot/n° giudici, per esempio 25/3), viene poi utilizzato all'interno di calcoli molto complessi per ottenere la percentuale.
In questi calcoli influiscono gli eventuali coefficienti (ad esempio, in alcune riprese il passo allugato ha coefficiente 2, per cui un voto 6 vale 12), e i punti d'insieme: essi valutano andature, impulso, sottomissione del cavallo, assetto e uso degli aiuti da parte dal cavaliere. Tutte queste voci hanno coefficiente 2, per cui sono fondamentali per ottenere un buona percentuale. La sufficienza è il 50%, per la firma per il passaggio di grado è necessario almeno un 55%, una buona ripresa si ha dal 60% in su. Il record mondiale di percentuale è 89%, ottenuto dalla tedesca Isabel Werth (conosciuta anche per la sella da dressage).

Carosello:
Esibizione in costume con musica. I l Carosello è una prova libera, in costume e con l’utilizzo della musica. E’ una categoria riservata esclusivamente a squadre composte da 4 cavalieri. L’obiettivo principale è quello di favorire l’apprendimento del dressage ai giovani cavalieri. Inoltre, la creazione di costumi e la realizzazione musicale, consentono il coinvolgimento di genitori ed amici creando uno “spirito” di club. I l Carsello permette alle squadre una grande libertà nella costruzione del loro programma e nella realizzazione dei costumi.
A contorno dell'evento agonistico molte attività e spettacoli arricchiti dalla presenza di ragazzi dell'animazione che renderanno ancor più piacevole la quattro giorni di gare. Esibizione dimostrativa di professionisti over 16 di Mounted Games (acrobati equestri), serate con musica dal vivo, parco giochi allestiti per i più piccoli, punti ristoro, stand vendita giocattoli e animali domestici (pet-shop).

Il Battesimo del Pony.
Una speciale occasione per tutti i ragazzi in età scolare tra i 6 e i 16 anni a cui, dopo aver spiegato le varie fasi necessarie per accudire un cavallo, viene data la possibilità di provare l’emozione di montare per la prima volta in sella ai piccoli pony, attentamente seguiti dai Tecnici Federali. E’ presente nell’elenco delle attività previste nello svolgimento di Ponymania, tuttavia per realizzarla occorre una consistente partecipazione di personale specializzato oltre alla disponibilità di maggiori spazi, attrezzature e soprattutto di ponies, pertanto di ulteriori risorse economiche che possono essere reperite attraverso il sostegno e l’intervente degli Enti Istituzionali preposti, nazionali e locali (Ministero della Pubblica Istruzione e Provveditorati).
Essendo nella volontà degli organizzatori la realizzazione di questa piacevole attività che, convoglia, tra l’altro, una presenza importante di bambini partecipanti e pubblico indotto nell’ordine di qualche migliaio di persone, sono previste richieste di intervento al Ministero della Pubblica Istruzione ed agli Enti scolastici regionali competenti per l’ottenimento di un contributo a sostegno.
Nell’occasione ai piccoli partecipanti verrà rilasciata una LA PATENTE PROMOZIONALE FISE finalizzata a fornire l’idonea copertura assicurativa. Questo attestato permetterà inoltre agli interessati di poter usufruire di una lezione gratuita presso un Pony club affiliato FISE, entro un lasso di tempo prestabilito.

Ufficio Stampa Ponymania


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti