15 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Emotions in Dogs, l’esperta cinofila Turid Rugaas insegna a relazionarsi con il cane in maniera costruttiva.

Emotions in dogs, Novara 7-8 marzo 2015.
Articolo di Elettra Martelli.

Non la conoscevo, ma ora so che esiste, una donna in grado di sussurrare ai cani, oltre che ai cavalli. Lei si chiama, Turid Rugaas, è un’esperta cinofila internazionale, norvegese e dai modi gentili con gli animali. Inizia la sua vita avvicinandosi al mondo equestre, passione che ben presto trasforma in lavoro attraverso la riabilitazione di cavalli con traumi emotivi e fisici. Ben presto questo lavoro porta Turid Rugaas a sviluppare il rapporto con il mondo dei cani. Ho avuto il piacere di ascoltare la sua lezione a Novara, in occasione di Emotions in Dogs, evento unico in Italia, per gli esperti del settore, organizzato dall’Associazione PEC e Orma di Maya.

 

Sapevate che anche i cani hanno emozioni e pertanto vanno prese in considerazione nel rapporto con loro? Ebbene Turid insegna proprio questo, insegna a relazionarsi con il cane, in maniera costruttiva ai fini di un progetto educativo, ma con metodi di training messi a punto da lei stessa, basati su un addestramento “gentile”.

 

Durante il seminario ha espresso in maniera chiara, decisa e immediata il suo modus operandi basato su concetti di vera innovazione: libertà, scelta e rispetto. Queste parole hanno risuonato più volte nella sala, sottolineate dall’intensità della sua voce, per sottolineare l’importanza di questi concetti alla base del suo metodo. Ha raccontato alcune delle sue esperienze con cani dai caratteri diversi, dimostrando che anch’essi, come l’uomo, possiedono emozioni e indole che li contraddistingue. Si percepisce immediatamente la sua padronanza e la sua sicurezza nel chiarire ogni dubbio sull’argomento, in merito alle molte e interessate domande dei partecipanti.

 

E’ una donna d’altri modi, specie nella relazione uomo-cane, non da comandi, ma porge la mano; non li richiama, non li insegue durante una passeggiata, ma si siede ad aspettarli con pazienza; non ordina ma lascia che sia il cane a scegliere. L’immaginazione, mentre Turid parlava, proiettando foto di cani immersi nei boschi o in distese verdi della sua Norvegia, era fortemente stimolata ad un concetto di libertà, autogestione e possibilità, poco ovvia per un italiana.

 

Quanti “segnali calmanti” applicate con il vostro cucciolo? Ma soprattutto, eravate a conoscenza che sono più efficaci di un comando, spesso del tutto inutile e sola espressione del vostro desiderio di potere? Cosa sono? Sono segnali che in origine i cani usavano all’interno del loro gruppo e con altri, uomo compreso, per prevenire, calmare e “fermare” situazioni che potevano rappresentare un pericolo, uno stress o una minaccia. Questa esperta etologa, studiandoli attraverso l’osservazione, nel tempo, ha messo a punto un vero e proprio metodo di lavoro, che utilizza, ad esempio per riabilitare cani problematici, ma non solo.

 

Il segreto per capire il vostro cane infatti, consiste nel saperlo osservare per permettergli di esprimersi, senza imporre un vostro comando o comportamento stereotipato. Uno degli esempi ripetuti speso da Turid nel corso del seminario, si riferisce a quante volte chiediamo al nostro cane di stare seduto, e la risposta è, che spesso lo facciamo più di 60 volte al giorno! Ma il vostro cane, quante volte lo farebbe spontaneamente? Alcuni  in realtà non lo faranno mai, per problemi fisici o perché semplicemente non gli va, perciò perché costringerli a farlo? Riflessioni e invito alla considerazione dell’altro, oltre alla solita relazione uomo-cane, in cui l’uomo chiede e il cane risponde, i temi principali all’incontro novarese. Il cane desidera sdraiarsi di fianco a voi? Desidera annusare al parco e socializzare con altri cani?

 

La risposta di Turid è sempre “lasciatelo fare”, e suggerisce di intervenire solo se la situazione si complica, non strattonandolo al guinzaglio, ma con i segnali calmanti, appunto. E così molti altri scenari in cui, invece che reprimere, punire o fare lo solite intimidazioni dai toni accesi, prevale la libertà di scelta per il cane, la calma e la gentilezza nei suoi confronti.

 

Visti i casi di abbandono in aumento, e le varie situazioni di maltrattamento non dimentichiamoci che anche il cane può subire gli effetti negativi dello stress, avere paura e attacchi di panico, fino a vivere veri e propri drammi emozionali. Di questo si occupa Turid nel suo centro di educazione cinofila  Hagan Hundeskole “ nei pressi di Oslo, da più di trent’anni, il che, l’ha resa un’esperta unica e ricercata a livello internazionale.

 

Nei suoi libri ritroverete la sua filosofia del rispetto e della calma, i suoi modi gentili, e scoprirete, che in realtà, molti di questi insegnamenti sarebbero utili anche alla nostra società, in quanto noi stessi spesso scarichiamo sugli animali atteggiamenti di comando che annientano la loro possibilità di agire ed esprimersi, così come per il nostro prossimo.

 

Elettra Martelli


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti