1 Luglio 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Ritorno al Futurity.

Trentunesimo IRHA FUTURITY 2015, Fiera di Cremona 14-22 Novembre.

Pare scontato parafrasare qui la celebre pellicola di Robert Zemeckis, ma mai come in questa occasione risulta azzeccato. Il Futurity, apice e celebrazione di tutta la stagione agonistica, affascinante gara di fine anno che apre appunto una finestra sul futuro del reining presentando i migliori puledri e i campioni di domani, a partire da questa edizione 2015 torna “là dove tutto ebbe inizio”: fu in quella fine settembre del 1985, quando nei già capaci ed efficienti padiglioni della Fiera di Cremona si tenne la sua prima edizione.
 
 
Anche allora, ben prima delle moltissime migliorie ed evoluzioni che hanno portato all’attuale impianto, la città padana era sede di alcune tra le mostre bestiame più importanti in Italia, e offriva un sito perfettamente predisposto per fiere che prevedessero la presenza di animali: spianava così la strada a un’equitazione nascente, quella in sella americana, che non sempre era benaccetta come lo è adesso nei centri ippici che normalmente ospitavano le gare.
 
 
Solo a febbraio di quel lontano 1985, proprio a Cremona, si era costituita l’Associazione Italiana Cavallo da Reining (Aicr), ad opera di alcuni appassionati che nel gruppo delle gare di performance proposte dall’ancor giovane Associazione Italiana Quarter Horse, avevano preso la strada dei cavalli scivolatori dopo averne assaggiato il fascino direttamente negli Stati Uniti. E a settembre, in quel primo Futurity seminascosto tra le classi del IX Concorso Nazionale del Quarter Horse, dieci binomi avevano varcato il gate aperto a cavalli di 3 e 4 anni e senza distinzione tra open riders e non pro: il composite score, formula in due soli go, dette ragione a Giuseppe “Peppo” Quaini, importante allevatore di bestiame cremonese e persona cui si può davvero dar merito, insieme a pochi altri in Europa, se questa magnifica disciplina attecchì anche al di qua dell’oceano. Montava una femmina: la prestigiosa fattrice Miss Buck Ann, uno tra i primissimi soggetti “veramente” da reining importati dagli States.
 
 
Oggi, 31 anni e 30 edizioni di Futurity dopo, tutto è cambiato: la sigla dell’Associazione patrocinante, che si chiama Italian Reining Horse Association, i numeri, nemmeno lontanamente paragonabili, di cavalli e cavalieri e quelli dei premi distribuiti; l’afflusso di pubblico, la ricchezza delle gare di contorno, la presenza sui podi di cavalli allevati in Europa e di cavalieri che in Europa sono nati e cresciuti anche sotto il profilo sportivo: in una parola, la sempre minore dipendenza dall’America.
 
 
Ma nel corso degli anni, via via che il gioco aumentava di valore e si trasformava da goliardica passione in business vero e proprio, il Futurity aveva innegabilmente anche perso qualcosa: quell’atmosfera emozionata ma allegra, appassionata ma leggera che riuniva chi era in arena e chi sedeva in tribuna in un’unica solidale comunità pronta, prima di tutto, a divertirsi. Ed ecco quello che il nuovo grande Futurity 2015 intende recuperare, in un viaggio che sia di andata ma in un certo senso anche di ritorno: mentre offre spazi, programmi, strutture e servizi senza paragoni rispetto alle edizioni passate, vuole anche ripercorrere in senso inverso la strada del conivolgimento “di tutti”: sarà grande gara, ma anche spettacolo, festa, sorprese, idee. Il Futuro-ity che tutti aspettavamo.

IRHA/NRHA Futurity Press Office


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti