28 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Corte di Cassazione, sez. VI, ordinanza 21335/15. Importante ordinanza in tema tributario: La qualifica che il Giudice Supremo dà ai cavalli in base alla attività che svolgono.

Tema tanto dibattuto quanto attuale e la cui incidenza coinvolge la quasi totalità dei proprietari di cavalli.

Corte di Cassazione, sez.VI, ordinanza 21335/15



Presidente: Marcello Iacobellis
Relatore: Roberta Crucitti
Data pubblicazione: 21/10/2015



La controversia ha ad oggetto l'impugnazione da parte di Daniele Giaccone di avvisi di accertamento, relativi ad Iperf per gli anni 2007 e 2008, emessi in quanto i redditi dichiarati erano stati ritenuti incongruenti rispetto alla consistenza degli esborsi sostenuti per il mantenimento di due cavalli. Sia in primo che in secondo grado, il Giudice ha ritenuto che i due cavalli, essendo due fattrici utilizzate per le passeggiate, al cui sostentamento il contribuente provvedeva con i frutti del terreno di sua proprietà, non rientrassero tra quelli considerati dal d.m. 10.9.1992 il quale prevede i "cavalli da corsa" oppure "i cavalli da equitazione".


Ed ecco la risposta del Supremo Giudice:
“E' pacifico che, secondo la normativa di riferimento, costituisce indice di particolare capacità contributiva non il generico possesso di cavalli ma solo di quelli da equitazione o da corsa; nella prima categoria dovendosi intendere ricompresi, per come specificato dallo stesso documento di prassi invocato dalla ricorrente (Circolare n.27 del 1981), sia i cavalli da concorso ippico che quelli da maneggio. La ratio delle norme è, quindi, evidente nell'attribuire solo ai cavalli a tali specifiche attività adibiti, per la particolare cura e addestramento che gli stessi richiedono, la qualità di indici di particolare capacità contributiva.”


Le cavalle del sig. Daniele sfuggono a questo inquadramento; per equitazione produttiva di reddito si intende:
“…l'equitazione (sia da "concorso" che da "maneggio") che, come specificato dalla prassi, presuppone l'arte e la tecnica del cavalcare e, nella sua accezione sportiva, l'attività dell'andare a cavallo nelle sue diverse specialità (praticabili, per l'appunto, in un maneggio, luogo dove si addestrano cavalli e cavalieri).

Avv. Virginia Polidori
Redazione


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti