11 Agosto 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Un atto terribile di violenza sugli animali: a Trevi un cavallo ucciso a colpi di badile, lasciato agonizzare tutta la notte legato a un albero.

Una cara lettrice del portale del cavallo ci segnala un articolo pubblicato sul giornale Foligno pochi giorni dopo il Natale. Un fatto sconcertante di inaudita violenza contro un cavallo reo di non ubbidire prontamente alle richieste e agli ordini del padrone.

La domanda è sempre la stessa: come possono accadere ancora oggi, in una società civile come la nostra, simili gesti di violenza gratuita e ingiustificata nei confronti degli animali?
Parliamo di questi episodi nella speranza che possa contribuire a fare in modo che fatti come quelli di Trevi non succedano più.

Il giorno di Natale i carabinieri di Trevi (PG) hanno trovato morto un cavallo baio di soli tre anni ucciso a colpi di badilate sul corpo e sul muso. Il povero animale era legato per il collo a un albero con una corda molto corta chiusa con un nodo scorsoio, un nodo che, a ogni movimento, diventa sempre più stretto.

A contattare i carabinieri il giorno di Natale sono stati i vicini di casa dell’uomo che nella notte hanno sentito i lamenti del povero animale agonizzante lasciato morire di stenti ancora legato all’albero dove era stato picchiato.

L’autore dell’atroce gesto è stato individuato e immediatamente denunciato dai carabinieri per maltrattamenti su un cavallo di sua proprietà e rischia di essere condannato per i reati di maltrattamento e uccisione di animali, di cui agli articoli 544 bis e 544 ter del Codice Penale.

La normativa penale introdotta dalla Legge 189 del 2004, ha inserito nel Codice Penale il titolo IX bis riguardante i delitti contro il sentimento per gli animali. In particolare l’articolo 544 bis del Codice Penale punisce l’uccisione di animali con la reclusione da tre a diciotto mesi, l’articolo 544 ter punisce il maltrattamento di animali con la reclusione da tre mesi ad un anno o con la multa da 3000 a 15000 euro, pena che viene aumentata della metà se dai fatti derivi la morte dell’animale.

Nella speranza che la giustizia possa compiere il proprio corso e che l’autore dell’atroce gesto possa ricevere la giusta pena, anzi, il massimo della pena, vi invito a leggere l'articolo completo scritto da Anna Maria Piccirilli.

Eleonora Origgi

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti