28 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Ultimi aggiornamenti dall’A.N.P.A.N.A.

L´Associazione Nazionale Protezione Animali, Natura e Ambiente che dedica molte risorse alla tutela dei cavalli

Asini di servizio

Si è svolta a Castelbuono (PA) la seconda edizione della manifestazione de “Il valore dell’asino”, organizzata dal Comune che è diventato famoso per aver avviato per primo un servizio di raccolta differenziato dei rifiuti impiegando gli asini; progetto esportato poi in altre realtà italiane, ed in particolare nel pisano, in Calabria e nell’agrigentino.

 

Per il Sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, si tratta di un’iniziativa “culturale” in grado di rivoluzionare la gestione del territorio e ha dichiarato che “l’utilizzo dell’asino per servizi essenziali nella società del XXI secolo è la dimostrazione che l’uomo, se rispetta gli animali facendosi aiutare nei lavori quotidiani, contribuisce in modo fattivo al rispetto dell’ambiente, alla salvaguardia della biodiversità e contribuire a creare uno stile di vita più sobrio….”.

 

Un concetto tutto da dimostrare, a nostro avviso. Intanto ricordiamo al Sindaco Cicero che nessuna risposta ci era stata data quando avevamo chiesto chiarimenti in merito alla misteriosa morte di quattro asine avvenuta qualche anno fa.
Dunque, di quale rispetto parla?

 

Ad Asti, invece, la locale ASL ha deciso di usare sette asini quali “tosaerba ecologici” attorno all’ospedale per tagliare l’erba del prato.
A vigilare ed accudire gli animali sono quattro pazienti del Centro Salute mentale di Nizza Monferrato.

 

Furti, furti e ancora furti…

La vile catena dei furti di equini non si arresta. Lo scorso marzo a Gandino (BG) sono stati rubati 6 asini da un centro di ippoterapia, tre dei quali ritrovati pochi giorni dopo in un campo a Brusaporto; nessuna notizia però degli altri tre.

Un quarter horse munito di mocrochip è stato portato via da ignoti a Corato (BA), mentre a Pignaturo Maggiore (CE) ben nove cavalli e un asina col puledro sono spariti da un maneggio. Indagini sono state avviate da parte dei Carabinieri per chiarire la dinamica del furto e, soprattutto, per capire come sia possibile spostare tutti questi animali con tanta facilità e disinvoltura.

Ma concludiamo con la buona notizia del ritrovamento in Campania di Martino Alonso, il famoso stallone Purosangue Inglese che era stato rubato nel novembre scorso da Roncadelle e “liberato” in un campo tra Pomigliano d’Arco e Acerra.

Siamo tanto felici per lui!

 

Brevi dall'Italia…

– L’ANPANA – Settore Tutela Equini – ha scritto al Sindaco di Supersano (LE) per chiedere di annullare la gara di traino con carri prevista per la prima domenica di luglio.

Si tratta di una prova particolarmente crudele perché detti carri, caricati con quintali di sassi, devono essere tirati da cavalli che sono costretti ad eseguire un arduo percorso a suon di frustate e sotto un sole cocente.
Essi vengono massacrati e, quando cadono al suolo stremati dalla fatica, ricevono pesanti sollecitazioni affinché si rialzino.
Uno spettacolo indegno di un paese civile, oltre che contrario alle vigenti norme a tutela degli animali.

Chi vuole scrivere al Sindaco può farlo in questo link:
http://www.comune.supersano.le.it/index.php?option=com_content&task=emailform&id=142

 

 

– Una rassegna che non ci piace affatto, giunta purtroppo alla 121aedizione, è quella di “Lombardia carne” che si è tenuta a Rovato (BS) ed ha visto anche la presenza di 150 equini.
Essa ha richiamato migliaia di visitatori, unico dato in crescita, mentre sembra non sia andata troppo bene per gli affari che sono risultati in calo (buon segno).
Ci sono state le solite premiazioni per bovini, ovini, caprini e per i cavalli è stato scelto un soggetto da sella di Graziano Filippini.
Ci inquieta molto sapere che in una rassegna del genere ci siano anche i cavalli da sella, anche se sappiamo bene che la tragica realtà di molti di loro è alla fine il macello.

 

– Dino è un orso che si aggira nelle Prealpi Venete in cerca di prede, tra cui numerosi asini per i quali sembra avere una certa predilezione.
I suoi spostamenti vengono monitorati dalle autorità attraverso il radiocollare che gli era stato messo lo scorso ottobre, prima del letargo.
A nulla sono serviti finora i tentativi di allontanarlo con rumori o proiettili di gomma.

Nel maceratese, invece, un branco di lupi ha ucciso un puledro suscitando le ire della Coldiretti che ha chiesto l’intervento delle istituzioni preposte a tutela degli animali allevati.

 

– A Roma è stata annunciata la creazione di una task-force per soccorrere i cavalli delle botticelle in difficoltà e prevenire i malori da affaticamento, composta da un’ambulanza e un’equipe di tre medici: un veterinario ASL, un ufficiale veterinario dei Carabinieri scelto dal Comune e uno deciso dai vetturini.
Eventuali ricoveri saranno effettuati nella caserma di Tor di Quinto.
Non è una misura che può accontentarci in quanto siamo convinti che i cavalli non debbano arrivare al punto di essere soccorsi.

 

– Al concorso ippico di Piazza di Siena, a Roma, anche quest’anno si è assistito alla penosa gara della “Potenza” nella quale i cavalli devono superare ostacoli sempre più alti che richiedono uno stress psico-fisico eccezionale.

La F.I.S.E., purtroppo, è rimasta indietro rispetto alle esigenze di tutela dei cavalli sportivi e si ostina a mantenere detta categoria che in altri paesi europei è stata invece abolita. Vergognoso!

 

– La LAV è tornata a denunciare uno spettacolo del Circo Martin in cui un cavallo, tenendo una tigre in groppa, traina una biga con sopra un orso; un numero configurante il reato di maltrattamento di animali perché è innaturale che una preda porti su un predatore.
L’uso degli animali nei circhi deve comunque essere abolito.

 

…. e dal mondo

 

– DOPING: Il 5 aprile è entrato in vigore il Regolamento FEI (Federazione Equestre Internazionale) per il Controllo Farmacologico e Antidoping dei avalli impiegati in tutte le discipline equestri, il quale ha introdotto un registro dei trattamenti effettuati che prende il nome di “Dichiarazione dei trattamenti”.
Ma, badate bene, detto registro non è obbligatorio per cui se non verrà esibito all’atto dei controlli si darà  per acquisito che non siano stati effettuati trattamenti al cavallo in esame. Il solito fumo negli occhi, dunque, che non cambierà nulla come dimostrano le continue notizie di cavalli riscontrati positivi.

E’ accaduto a Kanebo, montato dal cavaliere azzurro Giorgio Bucci allo Csio di Abu Dabi, e alla cavalla Sapphire montata dall’americano MacLaine Ward alla Coppa del Mondo di Salto Ostacoli svoltasi in Svizzera.
Entrambi avevano evidenziato “ipersensibilità” agli arti anteriori dovuta all’applicazione di pomate urticanti, note col famigerato nome di “spalma e vinci”, che vengono usate per far sentire più male ai cavalli in caso di contatto con le barriere durante il salto.

Una vera crudeltà!

 

– CARROZZELLE: I cavalli in servizio a New York hanno vinto una storica battaglia “sindacale”, ossia il diritto a cinque settimane di riposo obbligatorio ogni anno.

Il Consiglio Municipale ha censito 200 animali con impiego a tempo pieno e in ogni stagione. Le associazioni animaliste però non si accontentano e chiedono, almeno, che venga specificato il tipo di vacanza e il luogo.

A New Delhi (India), invece, i carretti a cavallo sono stati definitivamente banditi dal centro storico perché ostacolano la circolazione e violano le norme igieniche. Ai proprietari, in numero di 232 con regolare licenza, è stata concessa una settimana di tempo per sgomberare le stalle; oltre la metà di essi saranno “riconvertiti” in ambulanti.

Speriamo solo che questo non segni la loro drammatica fine verso il macello.

 

– A metà marzo è stato annunciato l’ennesimo piano di sterminio dei “brumbies”, i cavalli selvatici che vivono in Australia. Esso prevede l’uccisione di migliaia di individui in un grande parco nazionale del Queensland da squadre di tiratori addestrati a colpire al cuore e alla testa, che per il Ministro dell’Ambiente – Kate Jones – è il modo più“ compassionevole” per tenerne sotto controllo il numero.

Tale decisione è stata presa sulla base di rapporti di esperti secondo cui gli ecosistemi sono devastati da animali introdotti e divenuti selvatici. Ma gli animalisti non sono d’accordo e hanno preannunciato proteste e  picchettaggi, convinti che vi sono maniere migliori per controllare la crescita della popolazione come ad esempio la castrazione dei maschi.

 

– I fondamentalisti islamici, nella loro inarrestabile follia, continuano a seminare dolore e morte anche utilizzando equini carichi di esplosivi.
E’ accaduto a Kandahar (Afghanistan) dove una bomba trasportata da un asino ha causato la morte di 3 bambini; tutti vittime innocenti di una guerra “religiosa” scellerata e sanguinaria. Un altro asino ha fatto la stessa fine nel nord della Striscia di Gaza, deliberatamente inviato da terroristi palestinesi per danneggiare la barriera di sicurezza.
Attacchi simili, purtroppo, non sono nuovi in quell’area e già un anno fa i miliziani avevano fatto saltare in aria 5 cavalli.

 

– Drizzle, cavalla di 10 anni usata dai principi inglesi Harry e William per le partite di polo, è morta all’improvviso durante una gara.

La causa stata probabilmente un attacco cardiaco e sembra che il tragico evento  abbia lasciato i due principi in lacrime: le famose lacrime di coccodrillo….

 

Hanno trovato casa

 

– MARZIANO: il maremmano di 16 anni da noi riscattato grazie all’aiuto di tanti sostenitori, è stato adottato da Iva e Roberta della prov. di Vercelli;

– ILTON OK e STAR: il primo è il trotter di 6 anni dei ns. appelli, con problemi agli arti che non gli consentono più alcun utilizzo, e la seconda è la cavalla salvata dal macello per il cui riscatto ci eravamo impegnati,adottati da Dina della prov. di Perugia;

– NEVE: una dolcissima cavalla appaloosa di 18 anni, albina, che la proprietaria non poteva più tenere ma alla quale aveva voluto assicurare un futuro sereno rivolgendosi a noi. E’ stata adottata da Maristella della prov. di Como;

– FILIPPO: il cavallo italiano di età imprecisata, per la cui sistemazione avevamo pure pubblicato appello, è stato adottato da Alice della prov. di Modena.

 

Cercano ancora casa…

Vi ricordiamo che ci sono altri amici che cercano casa e hanno perciò bisogno del vostro aiuto:
http://www.alture.net/wp/category/appelli/

 

* Qui trovate le emergenze che stiamo affrontando e per le quali è ben gradito il vostro sostegno:
http://www.alture.net/wp/urgenze/

 

* Nella sezione “Sviluppi” potete invece leggere gli aggiornamenti dei cavalli adottati:
http://www.alture.net/category/sviluppi/

 

*Le petizioni le trovate alla pagina: http://www.alture.net/wp/petizioni/

 

A.N.P.A.N.A.
Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente
Settore Tutela Equini

Sede centrale: via Ostiense 152/B – 00154 Roma. Tel: 065740916 – Fax: 065780873
www.anpana.itwww.anpana.tutelaequini.org

Ufficio Stampa A.N.P.A.N.A.

La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti