28 Giugno 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Ippica: Pressing del M5S per l’attesa riforma del settore.

Benessere del cavallo, composizione della Lega ippica, divieto delle scommesse virtuali ed equo prelievo fiscale i punti cardine della risoluzione L’Abbate (M5S), presentata alla Camera, per il rilancio del settore promesso dal Ministro Martina a marzo scorso.

Nella sua prima audizione alla Camera dei Deputati, lo scorso 27 marzo, il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina promise di dare “corso alla riforma del comparto ippico italiano come previsto dalla delega fiscale”, votata precedentemente dal Parlamento.

 

Una promessa apprezzata dal M5S ma confidando in una presa di coscienza del lavoro svolto sino ad allora dal comitato ristretto in materia in Commissione Agricoltura alla Camera.

 

A sei mesi di distanza, il deputato Giuseppe L’Abbate (M5S), primo firmatario della proposta di legge “Istituzione della Consulta tecnica per la promozione del settore ippico”, presentata il 27 maggio 2013, presenta una risoluzione per impegnare il ministro Martina proprio sulla riforma del comparto.

 

Il parlamentare 5 Stelle punta all’istituzione, presso il ministero, della “Commissione del benessere del cavallo” composta da cinque membri nominati tra medici veterinari ippiatri esperti in problematiche relative al benessere del cavallo.

 

 

L’Abbate, inoltre, impegna Martina a valutare la necessità di vietare le scommesse virtuali negli ippodromi nonché a predisporre adeguate misure per il recupero e la gestione dei cavalli a fine carriera o infortunati, al fine di evitare che tali esemplari possano essere utilizzati nelle corse clandestine in mano alla criminalità organizzata o destinati alla macellazione illegale.

 

Le disposizioni contenute nella risoluzioni prevedono anche indicazioni sulla costituzione della Lega ippica italiana, prevedendo un Consiglio direttivo nominato da una assemblea dei soci e composto da un presidente della Lega che lo presiede, designato dal Mipaaf, scelto tra persone di elevata esperienza manageriale e comprovata esperienza manageriale e comprovata indipendenza dagli operatori del settore ippico e dai concessionari di giochi, e da dodici consiglieri designati da Ministero delle politiche agricole, da Agenzia delle dogane e dei monopoli, dai soci appartenenti a ciascuna categoria del settore (proprietari, allenatori e allevatori del trotto e del galoppo più due rappresentanti del “sella” e due designati dai soci della categoria società di gestione degli ippodromi).

 

Capitolo a parte le scommesse ippiche su cui si chiede all’Agenzia delle dogane di provvedere, entro il 31 ottobre, all’assegnazione in esclusiva dell’offerta su tutto il territorio nazionale ad un soggetto che non abbia interessi alla distribuzione e gestione di altri tipi di scommesse.

 

Si impegna il Governo, inoltre, alla riduzione del prelievo fiscale equiparandolo alle altre tipologie, all’unificazione dei totalizzatori prevedendo la razionalizzazione dei costi tecnici e organizzativi entro marzo 2015, adottando un prelievo medio ponderato su base annua compreso tra il 24 ed il 26% della raccolta ed un payout tra il 74 ed il 76%.

 

Si richiede l’invarianza della remunerazione percentuale dei concessionari connessa alla raccolta delle scommesse Tris, Quarté e Quinté, già gestite dal totalizzatore dell’ippica nazionale e la remunerazione dei concessionari, per ogni altra scommessa o gioco gestiti dal totalizzatore unico, nella misura del 42,5% del relativo prelievo, con una quota in favore della Lega pari al 50%.

 

Mentre, per le sole scommesse ippiche a quota fissa, la risoluzione M5S chiede l’adozione dei criteri e delle modalità tecniche atti ad assicurare l’applicazione di un’imposta unica e di un prelievo destinato alla Lega pari, rispettivamente, all’1,5% e al 3,5% della raccolta netta complessiva annua.

Valerio L’Abbate
Assistente Deputato Giuseppe L’Abbate


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti