1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
18 Aprile 2024

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

3° edizione delle cavalliadi: la sfida continua

Sul tavolo della club house è stata riposta in bella vista una coppa scintillante; sulla targhetta alla base è scritto: "3° edizione cavalliadi,18.05.2004, Ronco Ranch, Cernusco sul Naviglio" .
E' il trofeo che hanno conquistato i ragazzi dell'A.P.S. Sephora, settore di equitazione ricreativa per disabili, partecipando alla manifestazione organizzata a Milano dal Centro ERD " Ronco Ranch 2000 con il supporto di DECATHLON ITALIA – filiale di Vignate.

Le cavalliadi sono un insieme di giochi e attività alle quali partecipano squadre di ragazzi diversamente abili impegnati in prove a terra e a cavallo.


Per questa edizione le squadre, che per la prima volta provenivano anche da altre regioni, erano sei:
Centro Socio Educativo " Il Fiore" di Cernusco s/N.;
Coop. Arcobaleno di Inzago;
Centro "Cascina Nibai" di Cernusco s/N.;
C.S.E. di Pioltello;
A.P.S. Sephora di Verona insieme al Centro " Sagittario" di Padova;
Centro E.R.D. di Cuneo.

 

La manifestazione ha avuto inizio intorno alle 10.00 con la spiegazione delle diverse attività da svolgere. I giochi sono stati organizzati in modo tale che tutti i gruppi partecipassero contemporaneamente senza lasciare momenti di attesa: a rotazione infatti tutte le squadre dovevano affrontare il percorso a cavallo e quelli a terra. Le attività a terra consistevano in prove di precisione, di equilibrio, di memoria, di coordinazione, da svolgersi singolarmente o in coppia.
Ogni singolo gioco era stato pensato e realizzato per permettere a tutti i ragazzi di partecipare e interagire; diverse erano infatti le età dei partecipanti (dai bambini agli adulti), diverse le patologie e le disabilità. Ma un unico scopo riuniva tutti questi atleti: la festa col cavallo, la voglia di divertirsi e di stare insieme in un ambiente ricco di stimoli come il maneggio. Il target d'utenza della manifestazione era vasto e variegato; nella preparazione dei giochi non è mancata un'attenzione particolare ai ragazzi in sedia a rotelle. Per loro erano stati trovati dei ruoli in ogni prova. Per esempio nel percorso a cavallo Riccardo e Felice si trasformavano in due vigili che, muniti di birilli verdi e rossi, decidevano se far passare o fermare il compagno di squadra all'uscita del passaggio su ponte.
In un secondo momento le squadre sono state chiamate a giocare insieme creando così una possibilità di interazione tra i diversi componenti dei gruppi e tra gli operatori dei centri.

Sono stati ammirevoli l'impegno e l'entusiasmo di tutti, la caparbietà di non fermarsi davanti alle difficoltà ma anzi di considerarle delle sfide da superare; allo stesso tempo la loro dolcezza, semplicità e spontaneità .
Grazie all'accurata e attenta organizzazione, all'impegno e alla dedizione dei volontari e all'entusiasmo dei ragazzi la giornata si è svolta nella serenità e nell'allegria. Per gli atleti, ma anche per gli operatori, è stato un giorno ricco di emozioni: il coraggio nell'affrontare le prove, la voglia di partecipare facendo del proprio meglio, la solidarietà e il tifo reciproco e sopra tutte il desiderio di divertirsi e di stare in compagnia.

Sono proprio questi gli obiettivi che gli operatori di equitazione ricreativa per disabili si prefiggono, non solo in una giornata di festa, ma nel lavoro di tutti i giorni. Lo scopo principale è infatti promuovere la socializzazione, i rapporti interpersonali, la conoscenza dell'altro da sé, favorendo lo sviluppo di personalità equilibrate e serene attraverso attività ludico educative. Prendersi cura e giocare con un altro essere vivente può aiutare le persone diversamente abili a raggiungere quelle autonomie di base che valorizzano sentimenti di autostima, sicurezza in sé e maturazione. Il cavallo diventa un facilitatore sociale, un tramite per l'inserimento dei disabili nel tessuto sociale.

Il settore di E.R.D. dell' E.N.G.E.A. è uno spazio importante da conservare e far crescere: i ragazzi disabili hanno bisogno di attività che non siano esclusivamente mirate ad obiettivi terapeutici; sono necessari anche a loro momenti di svago e divertimento dove possano, se vogliono, dimostrare le loro capacità e potenzialità in un clima di accettazione e fiducia reciproca.

Il sole e l'allegria ci hanno accompagnato fino alle premiazioni quando ad ogni ragazzo sono state consegnate medaglia, coccarda e attestato; ad ogni squadra la coppa. Facendo un sondaggio tra i partecipanti delle varie squadre, il gioco che più è piaciuto è stato quello sul cavallo. Daniela, della cooperativa "il fiore", mi parla di Pinocchio, il cavallo con cui ha affrontato il percorso; Mari e Giovanni de "il saggittario" di Rasklè, un grigio docile e tranquillo. Per partecipanti e accompagnatori la manifestazione è pienamente riuscita: ognuno ha dato il meglio mettendo in luce le proprie potenzialità, ognuno ha dimostrato a parenti e amici di non essere dis-abile ma super-abile!

Segreteria ENGEA


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Segui il Portale sui nostri social

Segui anche su

Altri argomenti