5 Luglio 2022

ATTENZIONE!

Stai navigando nella sezione ARCHIVIO ARTICOLI DEL PORTALE DEL CAVALLO.
Tutti gli articoli qui presenti sono stati pubblicati in oltre un ventennio e fino al 1 Giugno 2020

Scatta la petizione su Change.org a favore di Csinszka, la cavalla ungherese condannata a morte dal Ministero della Salute Ungherese.

Io ho firmato la petizione, fatelo anche voi.

Csinszka in questi giorni cavalca la stampa e lo fa come meglio può, con l’aiuto di tutti quelli che agli animali ci tengono e che si attivano come meglio possono e con gli strumenti che hanno.

 

Certo noi possiamo solo fare comunicazione, informare e firmare la petizione che troviamo sul sito www.change.org.

 

 

La petizione “SALVIAMO CSINSZKA, LA CAVALLA UNGHERESE CONDANNATA A MORTE,” indirizzata al Ministro Lorenzin e firmata Piera Rosati, va assolutamente sostenuta.

 

 

Oltre 3.000 persone hanno già aderito ed è necessario raggiungere le 5.000 firme, forza lettori del Portale del Cavallo, noi siamo in tanti e in poche ore potremmo colmare la differenza, basta proprio poco per arrivare alla soglia necessaria per salvare Csinszka, forse, speriamo.

 

 

Per firmare la petizione basta cliccare sul link qui sotto, leggere l’articolo firmato Enrica Noseda e sostenere la petizione di Piera Rosati.

 

 

Grazie per quello che farete.

 

Giovanni Origgi

 

 

 

https://www.change.org/p/salviamo-csinszka-cavalla-ungherese-condannata-a-morte-bealorenzin

 

 

 

 

… “Egregio Ministro Lorenzin,

 

le scrivo in merito al rifiuto del Suo Ministero di consentire il trasferimento in Italia di Csinszka, una cavalla ungherese condannata a morte dalle leggi del suo Paese di origine essendo, affetta da AIE (Anemia infettiva equina).

 

 

Tale patologia nel nostro paese non equivale a una condanna a morte e quindi l’associazione Italian Horse Protection onlus si è resa disponibile ad accogliere Csinska in una propria struttura autorizzata, dove sono già ospitati altri animali sieropositivi e in ottima salute.

 

 

L’Italia è un paese all’avanguardia in materia di AIE e i progetti di studio condotti dal Suo stesso Ministero hanno evidenziato una incidenza irrilevante della malattia. Tuttavia, Silvio Borrello, direttore generale della Sanità animale e del farmaco veterinario, ha negato il consenso al trasferimento del povero animale senza un valido motivo.

 

 

La vita di Csinszka è nelle Sue mani, Ministro Lorenzin, poiché la Direttiva 156 del 30 novembre 2009, in merito agli scambi intracomunitari di cavalli, concede la possibilità di deroghe che al momento sono utilizzate solo per mandare i cavalli alla macellazione o per spostamenti da e per gli ippodromi.

 

 

Mi appello quindi a Lei affinché, almeno per una volta, si conceda una deroga al fine di salvare un animale invece di condannarlo a morte o allo sfruttamento, mostrando un concreto amore e rispetto per la vita di una creatura senziente che non ha colpe e non rappresenta un pericolo per nessuno.

 

 

Confido nel Suo intervento urgente per fermare questo ennesimo animalicidio di Stato perpetrato dall’ignoranza e dalla insensibilità nei confronti di chi non ha mezzi per difendersi.

 

 

 

Cordiali saluti,

 

Piera Rosati
Presidente Nazionale Lega Nazionale per la Difesa del Cane

www.change.org.


La rivista INFORMA con il IL PORTALE DEL CAVALLO e l'e-shop NON SOLO CAVALLO PIANETA CUCCIOLI, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. Informa è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. Il Portale del Cavallo è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni. Nonsolocavallo-PianetaCuccioli è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita.

Articoli correlati

Altri argomenti